La Biblioteca Casa Museo ‘Angelo di Mario’

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Una Biblioteca e una Casa Museo decisamente unici si possono visitare a Vallecupola, un paesino che si trova in provincia di Rieti, nel quale sono rimasti appena 40 abitanti.

A Vallecupola, frazione di Rocca Sinibalda (RI), è infatti operativa, dall'ottobre 2014, la Biblioteca/Casa Museo Angelo Di Mario.

Non si tratta di una Biblioteca Casa Museo «solo intestata ad uno scrittore» da un ente pubblico, ma di una biblioteca/casa museo privata aperta al pubblico e già riconosciuta dal MIBAC (Ministero dei Beni Culturali) e dalla Regione Lazio (O.B.R.) per la valenza dei libri, in particolare riferiti alle lingue antiche ed alla lingua etrusca, e per la produzione scultorea e d'archivio dell'artista.

La sezione di etruscologia ospita volumi rari, reperibili solo in grandi biblioteche statali, prendiamo ad esempio la Tabula Capuana: un calendario festivo di età arcaica / Mauro Cristofani. - Firenze : L. S. Olschki, 1995. - 136 p., [11] c. di tav. : ill, a Rieti e nel Lazio non è in dotazione in alcuna biblioteca, la troviamo a Roma in strutture quali la Biblioteca Nazionale centrale, invece il titolo Portugalenses... lumina mundi : incursioni nelle trincee della posicao portuguesa : anno accademico. - Roma : Libr. editrice E. De Santis, 1962 in Italia è presente solo in quattro biblioteche, compresa la Biblioteca Di Mario, e cioè a Firenze, presso la Nazionale Centrale e a Roma, presso la Biblioteca della Società Geografica Italiana e la Nazionale Centrale.

In termini pratici vuol dire che chi effettua la ricerca in sbnweb (ricerca semplice), o attraverso il sito I.E.I. (istituti culturali di roma), da qualsiasi luogo d'Italia, o dall' estero, rintraccia questi titoli solamente in queste biblioteche e che dovrà necessariamente raggiungere il piccolo centro per consultarli.

Sono pervenute richieste da studenti ed appassionati residenti nelle più svariate zone d'Italia e addirittura dall'estero, dalla Grecia e dall'Argentina.

Una ricchezza per la Sabina e per la Regione Lazio (ma anche un patrimonio dal valore universale), un dono che Di Mario ha voluto lasciare, su sua espressa volontà in vita, alla sua terra di origine e al mondo.

Nella Biblioteca si possono consultare anche i libri pubblicati dallo studioso (quali ad esempio Lingua Etrusca: la ricerca dei tirreni attraverso la lingua), i numerosi articoli apparsi su riviste specializzate, ma soprattutto l'archivio, utile per ripercorrere i suoi studi, esaminare ossia il metodo particolare di Cinefonesi grazie al quale ha tradotto in maniera originale la lingua etrusca e il lineare Cretese A, mai tradotto finora, si può visionare l'archivio digitalizzato relativo agli scritti olografi e non ancora pubblicati.

Padrino della sezione di Etruscologia per la Biblioteca è il Soprintendente Angelo Timperi, ora residente in Sabina e che ha condotto gli scavi, per un ventennio, nella città di Bolsena, sulla cui origine del nome Di Mario ha pubblicato numerosi studi.

La sezione dedicata alla scultura comprende invece circa 500 sculture, in ceramica e bronzo (presenti su prenotazione, temporaneamente per motivi di sicurezza).

Personalità poliedrica (poeta, scultore, etruscologo) Di Mario è nato a Vallecupola il 12 aprile 1925 dove riposa, nel piccolo cimitero, dal 21 agosto 2013.

La biblioteca accoglie i suoi 13 libri di poesia, le raccolte inedite e numerose riviste di poetica che potranno interessare appassionati e studiosi del settore.

La Biblioteca/Casa Museo è operativa anche sul territorio con iniziative in sinergia con le scuole e culturali.

Per maggiori informazioni:

www.bibliotecasamuseoangelodimario.com

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi