Poggio Bustone riscopre la tosatura

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

L'arrivo della primavera porta con sé un graduale risveglio della natura: il volo e cinguettio degli uccelli ne sono il primo chiaro segnale perché il mondo rurale inizi pian piano il suo perpetuo e frenetico lavoro. Nelle piccole comunità, l'arrivo della primavera porta anche il risveglio di antiche attività, di mestieri apparentemente sopravvissuti fino ai giorni nostri, come la tosatura, uno dei momenti più intensi delle comunità pastorali delle terre sabine, un momento di festa e riappacificazione con l'ambiente.

Poggio Bustone vanta anche una delle più grandi comunità di tosatori operanti in tutta la Penisola, squadre di giovani e meno giovani che in questi periodi lasciano le proprie famiglie per spostarsi dove i pascoli sono più abbondanti. Sabato 22 e domenica 23 aprile, l'associazione Poggio Bustone a colori organizza le giornate rievocative dell'antica tradizione della tosatura. La festa si svolgerà nella zona artigianale di Poggio Bustone (RI) ed è un appuntamento didattico e goliardico, per adulti e bambini, alla riscoperta della cultura popolare, per scoprire le tecniche di uno dei mestieri più antichi e della sua trasformazione fino ai giorni nostri.

A dare il via alla manifestazione sarà la Banda Orchestra di Poggio Bustone, per proseguire con visite guidate con i mastri tosatori che illustreranno vecchie e nuove tecniche, per poi procedere all'ovile per la mungitura, e concludendo la visita al caseificio per assistere alla lavorazione del formaggio.

Nel pomeriggio, la degustazione di prodotti locali a chilometro zero accompagnata da musica, balli e animazione per i più piccoli, immersi in un parco attrezzato.

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria