Ferentino Area archeologica

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Posto su un colle, a 393 metri di altezza sulla sottostante valle del Sacco, Ferentino è uno dei pochi paesi del frusinate che conserva, entro l'agglomerato urbano, una interessante area archeologica con monumenti ancora oggi ben conservati.

Entro il tessuto urbano delle imponenti mura poligonali, che cingono la città per più di due chilometri, troviamo inglobato nell' imponente Acropoli (tour virtuale) il suggestivo "Mercato Romano", databile tra il II e il I sec. a. C., in ottimo stato di conservazione.

La città, durante la municipalità romana, conobbe pace e splendore, tanto da divenire mèta privilegiata di villeggiatura per tutti coloro che, come il poeta Orazio, desideravano trascorrere un periodo di tranquillità lontano da Roma senza, però, dover rinunciare a una vita di società.

A Ferentino, infatti, troviamo ancora i resti del Teatro romano (II sec.d. C), che poteva ospitare fino a 3500 persone, e i resti di grandiosi edifici termali in parte inclusi sotto la chiesa di S. Lucia.

Le numerose epigrafi, rinvenute nel centro storico, rappresentano una tangibile testimonianza della presenza a Ferentino di personaggi prestigiosi, come Flavia Domitilla, moglie di Vespasiano, Traiano Pompeo ed Aulo Quintilio Prisco per citarne solo alcuni.

Un importante documento storico è rappresentato dal monumento funerario del censore romano Aulo Quintilio Prisco. Si tratta di un'edicola, sulla quale sono state incise le ultime volontà di questo personaggio generoso, che elargiva al popolo una somma in denaro e cibo nel giorno del suo compleanno (nove maggio), mentre sessanta sesterzi erano riservati alla manutenzione del monumento erettogli dalla municipalità.
 
 

Approfondimenti

Per maggiori informazioni: Ferentino

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi