Lago del Turano

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

A 536 metri sul livello del mare, il Lago del Turano è un grande bacino idroelettrico, realizzato sul fiume omonimo con una diga eretta nel 1939 nei pressi dell'abitato di Posticciola.
Lungo una decina di chilometri, è collegato al Lago del Salto da una galleria e alimenta la centrale elettrica di Cotilia.
A metà del lago si fronteggiano, il primo su una penisola e l'altro su un cocuzzolo roccioso, i due centri abitati di Colle di Tora e di Castel di Tora, il cui nome ricorda l'antica città sabino-romana di Thiora.
 
Castel di Tora, di aspetto medievale, è dominata dalla torre dell'antico castello. Di fronte al paese, su una penisoletta, si erge un'altura rocciosa di forma conica, con i ruderi del Castello del Drago, ai piedi del quale sono visibili i resti dell'antico paese di Antuni. Più a monte, sul versante destro del lago, sui due lati di un selvaggio vallone, si trovano due piccoli paesi aggrappati alle pendici rocciose: Ascrea e Paganico. I centri più importanti, per arte e testimonianze storiche, nelle vicinanze del lago del Turano, sono Rocca Sinibalda e Collalto Sabino. Rocca Sinibalda, dominata dal famoso castello cinquecentesco, sorge su uno sperone roccioso che sbarra la valle del Turano alcuni chilometri a valle della diga. Collalto Sabino, vanta un castello del XV secolo e il vicino convento di san Francesco.
 
Da Rocca Sinibalda, si consiglia la traversata panoramica al Lago del Salto, attraverso la dorsale del Monte Navegna, passando per Longone, Vallecupola e Varco Sabino (una trentina di chilometri, di cui tre di strada non asfaltata). Un'altra strada da cui si godono splendide vedute sul Terminillo, sul Monte Velino e sulle montagne degradanti verso Roma, è quella che unisce Rieti​ a Longone. Può essere percorsa come variante per raggiungere da Rieti i laghi del Salto e del Turano.

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi