Bolsena e i Misteri di Santa Cristina

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

"Bolsena non dimentica e oggi ripresenta a noi e al mondo il miracolo compiuto nel santuario della sua santa Cristina, che ha ravvivato nella chiesa d'allora e ravviva tuttora, la coscienza interiore e ha perpetuato il culto esteriore, pubblico e solenne, dell'eucaristia del quale Orvieto e Bolsena conservano e alimentano nel mondo l'inestinguibile fiamma".  (Paolo VI, Bolsena, 8 agosto 1976)
 
Tra le manifestazioni tradizionali più importanti che si svolgono in questo splendido centro sul Lago di Bolsena, ci sono i "Misteri di Santa Cristina". Ogni anno la sera del 23 luglio e la mattina del giorno successivo, vengono rievocati  i martirii subiti dalla giovane santa, morta alla tenera età di 12 anni, al tempo dell'ultima persecuzione di Diocleziano dell'inizio del IV secolo.
 
I "Misteri" rievocano, in una decina di quadri plastici su occasionali palchi nel centro storico, i martiri cui fu sottoposta la giovane Cristina. La processione si snoda per il paese, per giungere alla chiesa del SS. Salvatore, sul punto più alto della cittadina, dove la statua rimarrà tutta la notte.
 
Le scene si animano di personaggi silenziosi e statici: Santa Cristina che galleggia sulla pietra nel lago, il supplizio della ruota con le fiamme ardenti, il carcere, il supplizio della fornace, i diavoli, la flagellazione, la distruzione degli idoli, gli aspidi, la morte per le frecce, la sepoltura e la Gloria.
 
La manifestazione si conclude la sera, dopo la solenne messa cantata, con una tombola a premi ed uno straordinario spettacolo pirotecnico che illumina con una pioggia di colori e cascate di stelle le calde acque del lago.
 

Approfondimenti

Per maggiori informazioni: Comune di Bolsena

Mappa

Dettaglio mappa