Leonessa Chiesa di san Francesco

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Venuti a Leonessa, alla fine del XIII secolo, i Francescani avviarono la costruzione del convento e della chiesa di san Francesco. I lavori si protrassero fino alla prima metà del XV secolo.  L'elegante facciata della chiesa, dal coronamento orizzontale, è incorniciata dalla tipica pietra rossa aquilana. È ingentilita dal ricco portale tardogotico, già collocato presso la chiesa di san Donato delle Torri.
 
L'interno, diviso in tre navate da possenti pilastri ottagonali, ospita opere di notevole pregio. Nelle navate si trovano, incassati nei muri, i portali impreziositi da bassorilievi provenienti dalle chiese di santa Maria extra et prope portam e san Massimo, non più esistenti. Le pareti conservano lacerti di dipinti trecenteschi e quattrocenteschi: una santa Caterina d'Alessandria, la SS.ma Trinità attribuita a Domenico da Leonessa, figlio e allievo del più famoso pittore locale Jacopo, attivo nella seconda metà del XV secolo.
 
L'interno conserva anche un superbo Presepe in terracotta policroma degli inizi del XVI secolo. Ai lati del Presepe si trovano due statue in legno policromo: la prima, cinquecentesca, raffigura san Sebastiano, la seconda di san Biagio risale al XIV secolo ed è impreziosita da una raffinata decorazione. Di fronte alla cappella del Presepe si trova la cappella del Crocifisso che conserva una croce in legno di un anonimo scultore umbro del  XVI secolo. Nel 1993 è stato scoperto nella cripta un ciclo di affreschi di ispirazione giottesca attribuiti ad autori diversi.
 
Tra essi il Paradiso (inizi del XIV secolo) e il miracolo della Madonna dell'Ulivo (inizi del XV secolo). La Madonna cosiddetta "dell'ulivo" apparve nel 1399, con una bianca veste ricoperta di ostie, ad un pastorello di Assisi presso un albero di olivo. L'iconografia si collega al movimento penitenziale dei Bianchi, pellegrini vestiti di una tunica bianca con una croce rossa, che percorsero l'Italia diretti a Roma in occasione del Giubileo del 1400. All'interno del convento di San Francesco, accortamente restaurato, si ammira il suggestivo chiostro quattrocentesco, affrescato al piano inferiore con storie della vita di san Francesco.
 

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi