Musei Capitolini

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Prima della collezione che contengono, i Musei Capitolini sono eccezionali per gli edifici in cui sono stati allestiti: Palazzo dei Conservatori, Palazzo Nuovo e i sotterranei di Palazzo Senatorio.

Nel primo si riunivano i magistrati eletti dal popolo per amministrare la città in modo autonomo rispetto alla curia papale (il primo Consiglio Comunale); dopo la ristrutturazione di Michelangelo, nel 1595, l'edificio si arricchì di affreschi dedicati ai più importanti episodi della storia di Roma antica, ad opera del Cavalier d'Arpino, che si concentrò sulle pareti della Sala degli Orazi e dei Curiazi.
 
Qui vennero successivamente erette due statue, una in marmo in cui Gian Lorenzo Bernini​ ritrasse Papa Urbano VIII, una in bronzo che raffigura Innocenzo X, opera di Alessandro Algardi. Il percorso museale presenta in queste sale la Lupa Capitolina, la Statua Equestre di Marco Aurelio, la Galleria degli Arazzi e una eccezionale collezione di sculture antiche. Palazzo Nuovo fu costruito da Girolamo e Carlo Rainaldi nel corso del XVII secolo. Qui fu aperto il primo museo pubblico della storia nel 1734, che ospitava i bronzi lateranensi donati da Papa Sisto IV nel 1471 alla città di Roma oltre alla collezione di dipinti e statue acquisite dal Cardinale Albani.
 
Palazzo Senatorio fu infine realizzato da Michelangelo su strutture molto antiche: qui, in epoca repubblicana, era stato costruito il Tabularium, dove venivano archiviati tutti i provvedimenti pubblici di Roma su lastre di bronzo. Una struttura imponente, che sorse nello spazio che separava le due alture del Campidoglio, e che, ancora oggi, restituisce un progetto grandioso e una vista eccezionale del Foro Romano.

Approfondimenti

Per maggiori informazioni: Musei Capitolini

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi