Il Monastero Esarchico di Santa Maria di Grottaferrata, detto anche Abbazia Greca di San Nilo, è stato fondato nel 1004 in epoca bizantina da un gruppo di monaci greci provenienti dall’Italia meridionale guidati da S. Nilo di Rossano, capo carismatico e personalità spirituale di primo piano del suo tempo, a cui l’abbazia è oggi dedicata.

Oggi  l’Abbazia di Grottaferrata è l’ultimo dei numerosi Monasteri Bizantini che nel medioevo erano diffusi in tutta l’Italia meridionale e nella stessa Roma e, inoltre, costituisce un unicum in quanto fondato cinquanta anni prima dello Scisma che portò alla separazione delle Chiese di Roma e Costantinopoli. Immediatamente soggetta alla Santa Sede, conserva il rito Bizantino-Greco e la tradizione monastica orientale delle origini. L’abbazia territoriale comprende la sola abbazia di Grottaferrata e la chiesa abbaziale, dedicata a Santa Maria delle Grazie, ed  è anche l’unica parrocchia.

Secondo la tradizione, sui ruderi di una grande villa romana, forse appartenuta a Cicerone,  sui colli Tuscolani, i santi Nilo e Bartolomeo videro apparire la Madonna, che chiedeva l’edificazione di un Santuario a Lei dedicato. Sul luogo,  i monaci cominciarono a costruire il primo nucleo del Monastero, utilizzando il materiale dell’antica villa romana. La costruzione della Chiesa e del Monastero occupò i monaci per venti anni. Nel 1024 il santuario era completato, e il 17 dicembre dello stesso anno venne solennemente consacrato dal  papa Giovanni XIX e dedicato alla Madre di Dio. Nel tempo il monastero divenne un importante centro di cultura grazie all’opera degli ‘scriptores’ che, seguendo l’esempio di s. Nilo, esperto amanuense, prepararono i codici in parte conservati nella biblioteca.

La facciata della Basilica di Santa Maria di Grottaferrata è stata  ripristinata nelle forme originarie, con il rosone e le finestre in marmo traforato, gli archetti ciechi in stile gotico e le cornici in laterizio, che proseguono la decorazione dei fianchi. L’atrio con  colonne in travertino e vestibolo, ricostruiti nelle forme originarie nel 1930. Il portale della Basilica, detto ‘speciosa’ per la ricca decorazione degli stipiti, a bassorilievo in marmo con intarsi di pietre e pasta vitrea. Il mosaico sovrastante, in stile bizantino del XI secolo, rappresenta la ‘Dèisis’, cioè l’intercessione.  L’interno  della chiesa, originariamente in stile romanico, è stato trasformato nel 1754. Il pavimento è in marmo policromo, in opus sectile secondo lo stile cosmatesco del XIII secolo. Il coro dei monaci è caratterizzato da pregevoli stalli intarsiati; sistemato nell’aspetto attuale nel 1901.  L’arco trionfale, che divide la navata centrale dal presbiterio, riservato ai monaci, è decorato da un mosaico medioevale (XII secolo) che rappresenta la Pentecoste. Parte del ciclo di affreschi medioevali (XII-XIII secolo): è rappresentata dalla Trinità dentro la ‘mandorla mistica’. Nel presbiterio, l’Iconostasi, parete che nasconde l’altare dal resto della Chiesa, simboleggia la necessità della mediazione liturgica; le sue tre porte vengono aperte durante i riti. Il progetto è del Bernini, l’esecuzione del Giorgetti. Al centro dell’iconostasi, in un coro di angeli, è intronizzata la Theotòkos, l’icona della Madre di Dio.  Il ‘Vima’ (santuario) è posto nell’abside dietro l’iconostasi berniniana; dotato di altare quadrato, secondo il rito bizantino, è sormontato da un baldacchino da cui pende una colomba d’argento per la custodia del SS. Sacramento.

Dal 1931 l’Abbazia di Grottaferrata è sede del “Laboratorio di restauro del libro antico”, il primo laboratorio a carattere scientifico fondato per la salvaguardia del patrimonio bibliografico italiano. Il più prestigioso dei restauri effettuati da questa autentica Officina Librorum è stato quello delle oltre 1.000 carte vinciane del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci.

 

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Abbazia Santa Maria - Grottaferrata

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Abbazia Santa Maria - Grottaferrata 41.786684, 12.666823 Vai alla schedaCorso del Popolo, 128, Grottaferrata, 00046 RM, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments