La cattedrale di Santa Maria Assunta è il luogo di culto cattolico più importante di Frosinone, chiesa madre della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino. Le origini della chiesa sono paleocristiane: venne innalzata sui resti di un tempio dedicato a Marte sulla cima del colle dove era sorta l’acropoli dell’antica Frusino, e si ritiene che sia stata cattedrale di un’antica diocesi frusinate che si sarebbe poi fusa con quella di Veroli nell’VIII secolo. Nel medioevo fu ricostruita in stile romanico, ma venne ampiamente rimaneggiata nel XVIII secolo e ispirata, nella nuova veste, alla chiesa di Sant’Andrea della Valle a Roma. Dell’edificio medievale rimase il campanile romanico a tre ordini di finestre bifore. Elevata a Collegiata insigne da papa Benedetto XIV il 15 luglio 1755 con la contestuale attribuzione al parroco del titolo di arcidiacono, ottenne da papa Pio IX l’uso del trono papale come cattedra vescovile nel 1850. Seriamente danneggiata dai bombardamenti del 1944, venne completamente restaurata nel 1950. La facciata, a salienti, è preceduta da una scalinata in pietra. Lungo il lato destro della chiesa si eleva il campanile (del 1500) romanico, sormontato da un cupolino a pianta ottagonale. Nel campanile si aprono tre ordini sovrapposti di bifore con arco a tutto sesto, sorrette da colonnine in marmo bianco. La base del campanile è fatta di ciottoli ,mentre il resto è fatto di enormi mattoni di pietra. Anche il campanile subì danni durante la seconda guerra mondiale e la facciata con il grande orologio che da sul corso aveva un grosso buco circolare e le lancette erano ferme ancora alle ore 22:10. L’interno della cattedrale è a tre navate separate da pilastri con paraste corinzie. Tra le opere d’arte sopravvissute agli eventi bellici che il luogo sacro conserva vi è la Madonna con Sant’Anna, San Giovannino e angeli del 1641: si tratta di un tondo dipinto dal Sementi, discepolo di Guido Reni. La cattedrale custodisce inoltre opere pittoriche d’arte contemporanea di Gisberto Ceracchini, Domenico Purificato, Eliano Fantuzzi, Giovanni Colacicchi, Luigi Montanarini, che narrano la vita della Vergine e del Cristo. Ai lati dell’altare maggiore, vi sono le statue bronzee dei santi papi frusinati Ormisda e Silverio, patroni della città.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Chiesa di Santa Maria Assunta - Frosinone

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Chiesa di Santa Maria Assunta - Frosinone 41.639601, 13.342634 [caption id=\"attachment_18012\" align=\"alignnone\" width=\"255\"]Vai alla scheda Facciata - Chiesa di Santa Maria Assunta[/caption]Frosinone, FR, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments