La basilica di Santa Maria è l’antica cattedrale di Sezze. Fu costruita nel XIII secolo sul luogo di una preesistente chiesa romanica, gravemente danneggiata da un incendio nel  1150. Una lapide nella chiesa ricorda la sua dedicazione avvenuta il 18 agosto dell’anno 1364 ad opera di fr. Giovanni da Sora. Nella metà del XVI secolo, l’edificio subì un radicale restauro che alterò in modo significativo la sua architettura originaria: la chiesa venne capovolta e dove prima s’innalzavano le absidi, vennero aperti i nuovi ingressi, e successivamente sul nuovo altare maggiore fu collocato un baldacchino barocco in legno, imitazione di quello presente nella basilica vaticana di S. Pietro. Il rosone originario è stato ricollocato nella facciata posteriore della cattedrale, attuale parete di fondo dell’abside maggiore.  La cattedrale, in considerazione della sua antichità e dei suoi pregi artistici, è stata dichiarata nel 1940 monumento nazionale con regio decreto di Vittorio Emanuele III; con un decreto della Congregazione dei vescovi del 30 settembre 1986 ha assunto la denominazione di concattedrale.

L’interno della cattedrale è a tre navate scandite da pilastri, con volta a vela nella navata centrale, e volte a crociere in quelle laterali. Importante monumento artistico sono il baldacchino ligneo (1672) e l’imponente statua lignea di san Lidano, patrono della città, collocata in una nicchia settecentesca lungo la parete di fondo dell’abside, entrambi opera di un intagliatore abruzzese. Lungo le pareti è stato sistemato il coro dei canonici, realizzato nel 1731 dall’intagliatore tedesco Enrico Breninch, e mutilato nel 1969 per far posto ad un organo “Fedeli” dono di papa Paolo VI e proveniente dalla Villa pontificia di Castel Gandolfo. Il coro è stato restaurato e ricollocato al suo posto nel 2013. Risale invece al 1734 la decorazione attuale dell’altare maggiore, edificato a ridosso del baldacchino e sovrapposto al sepolcro di san Lidano. Di fianco alla cappella dell’abside, sulla sinistra si apre la cappella del Ss.mo Sacramento, decorata da un altare ligneo del sec. XVII, mentre sulla destra c’è la cappella del Ss.mo Salvatore o del coro d’inverno dei canonici, con un coro ligneo del XIX secolo eseguito da un ebanista locale, Bernardi. Una delle cappelle laterali è stata dedicata nel 1962 a san Carlo da Sezze, canonizzato nel 1959 da papa Giovanni XXIII; al suo interno, in una nicchia, sono conservati i resti del venerabile francescano fr. Bonifacio da Sezze (1747-1799), ivi traslati nel 1999.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Chiesa di Santa Maria - Sezze

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Chiesa di Santa Maria - Sezze 41.498154, 13.055971 [caption id=\"attachment_18442\" align=\"alignnone\" width=\"700\"]Vai alla scheda esterno facciata[/caption]Vicolo Duomo, Sezze, 04018 LT, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments