E’ nella selvaggia solitudine dell’Appennino laziale, fra i monti brulli dei Simbruini e degli Ernici, che sono fioriti i primi monasteri: sotto forma di colonie della Chiesa romana, si sparsero per tutta l’Italia, la Sicilia, la Germania, la Francia ed anche per la lontana Britannia.  In queste montagne vi sono molte grotte scavate nella pietra calcare, che un tempo saranno forse servite di rifugio a qualche eremita.

Ferdinand Gregorovius, storico medievista tedesco, seguendo l’onda del Grand Tour che sin dal settecento ha portato tanti giovani ricchi europei nei paesi del Mediterraneo, diventato famoso per i suoi studi sulla Roma medievale, ben conosceva la storia d’Italia e nel raccontare il suo pellegrinaggio o viaggio in Italia, annota:

“Anche nell’anno 1838, presso Collepardo, in una grotta del vicino monte Avicenna, abitava un eremita.  Nel settembre di quell’anno si presentò là un giovane francese, a nome Stefano Gautier, e disse di aver seguito un’ispirazione celeste che lo aveva chiamato in quella solitudine per condurvi una vita da anacoreta. Lo straniero si stabilì in quella grotta, dove gli portavano da mangiare e da bere. Pregava e portava cilizi; lo si vedeva spesso a Collepardo, a Veroli e nella Certosa di Trisulti, dove visitava le chiese e discorreva coi frati. La sua condotta era irreprensibile, anzi passava per santo, quantunque fosse ancora molto giovane. Gautier aveva già trascorso due anni in quel l’eremitaggio, quando un giorno gli sbirri circondarono il suo rifugio, e lo arrestarono, conducendolo con loro. Nessuno conobbe la causa di questo arresto e non si poté sapere nulla di preciso del suo destino; si seppe solamente che il santo era stato consegnato nelle mani della giustizia francese e corse voce che egli avesse preso parte ad uno degli attentati contro la vita di Luigi Filippo.”

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Collepardo, Fr

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Collepardo, Fr 41.764254, 13.370851 Collepardo, FR, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments