Il 24 agosto, giorno di san Bartolomeo, a Montefiascone si apre la Fiera dei Canestri; il tutto si svolge, nel piazzale e nelle vie antistanti il Seminario Barbarigo, a ridosso della Porta del Belvedere. L’intreccio di materie vegetali è una pratica antichissima, le cui origini si risalgono alla notte dei tempi; la cesteria, nata prima della tessitura e della ceramica, utilizzando prevalentemente materiali spontanei è un’attività  fortemente ecologica in cui nulla si acquista e nulla si distrugge. Le potature infatti se eseguite  correttamente,  non  ledono l’ambiente naturale che viceversa si rinnova ogni anno. Le tipologie di oggetti realizzati, sono le più variegate: si passa dalle nasse alle gerle, dai panieri ai canestri, sia robusti che leggeri,  sia raffinati che essenziali in un gioco di trame da cui  trapela  con orgoglio la tradizione dei locali. Un tripudio di forme che sottintende l’antica diatriba tra arte e artigianato.

La tradizione vuole che proprio in questo giorno i contadini di Montefiascone acquistassero  i  cesti di vinco per la vicina vendemmia e la raccolta delle olive. Il vinco, non vimini, come insegna uno degli ultimi maestri, è un ramoscello giovane di circa un anno di olmo o di salice, quest’ultimo in particolar modo famoso per la sua cromia rossastra determinata dall’esposizione al sole. Oggi la sagra ha perso il suo antico significato anche se i manufatti sono realizzati ancora nelle forme e con i materiali di sempre. Rimane però lo spettacolo suggestivo del profluvio di capagni, noti così in dialetto, dipanati lungo i pendii degli antichi vicoli, adorni  di frutta, di fiori di lavanda e di boccioli di ginestra.

Fa da corollario alla manifestazione la vendita delle ciambelle all’anice ed il carosello dei ciucci per la gioia dei grandi e dei più piccini.

Per saperne di più

Il Comune di Montefiascone e la Pro Loco Montefiascone  offrono informazioni sia telefoniche, al numero 0761. 83201, che via e-mail:

info@comune.montefiascone.vt.it

info@comune.montefiascone.vt.it

 

 

 

3

 

2

 

 

 

Comments

comments