Fini fini con sugo di recaglie – le frattaglie di pollo, in dialetto – è uno dei piatti della tradizione culinaria della Ciociaria; le massaie li preparavano generalmente in occasione di una festa religiosa o per  a una devozione particolare. Per le famiglie ciociare, gustare il piatto, era comunque sinonimo di un giorno di festa, ed anche l’accoglienza a un viandante poteva costituire l’occasione per questo piatto speciale, gustoso e nutriente.

 

Ingredienti

Per la pasta: 500 g di farina, 4 uova, sale. Per il sugo: 250 g di frattaglie di pollo – le recaglie due pomodori maturi, una costola di sedano, mezza cipolla, basilico, mezzo bicchiere di vino, olio e sale.

Procedimento

Si mette sulla spianatoia la farina passata al setaccio, a fontana con dentro le uova e un pizzico di sale. Con le mani si strapazzano le uova, portando progressivamente la farina al centro finché è ben incorporata. Adoperando il palmo delle mani con forza si lavora l’impasto fino a renderlo liscio e consistente. Si forma un panetto, lo si avvolge in un panno inumidito e i lascia riposare per circa un’ora; poi con il mattarello si tira una sfoglia sottile, la si avvolge su se stessa ed infine si tagliano i fini fini di circa 2 mm di larghezza. Nel frattempo si soffriggono la cipolla ed il sedano, preceentemente tritati, in un tegame con olio; si uniscono le recaglie tagliate a pezzetti e si fa insaporire il tutto con l’aggiunta di un po’ di vino, per circa 20 minuti; solo alla fine si aggiunge il pomodoro e il sale. SI cuociono i fini fini in acqua salato portata a bollore, quindi, scolati al dente si condiscono con il sugo.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Frosinone

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Frosinone 41.643157, 13.343582 (Indicazioni stradali)

Comments

comments