Il mercoledì delle ceneri, primo giorno di Quaresima, a Gradoli il Pranzo del Purgatorio  – un grandioso banchetto per circa 2000 commensali, rigorosamente di magro secondo i dettami della Chiesa cattolica – prende il posto della frugalità prescritta!

La tradizione risale alla fine del XVI secolo, quando la Fratellanza del Purgatorio, allora denominata Opera Pia per il Suffragio delle anime del Purgatorio, cominciò ad organizzare questo evento allo scopo di raccogliere fondi per le sue attività di aiuto alle famiglie in difficoltà.

Per l’occasione gli invitati, tra coloro che si sono prenotati quasi tutti provenienti dalla Tuscia viterbese, si accomodano intorno a rustiche tavolate di legno disposte all’interno del deposito della cantina sociale del paese: qui0 viene servito un  pranzo a base di fagioli bianchi, luccio, nasello, baccalà e minestra di pesce, cucinati nel rispetto dell’antica tradizione.

Ogni invitato deve munirsi di posate, pane e vino.

I numeri sono sorprendenti: si va dai 250 kg di fagioli del Purgatorio ai  600 kg di luccio, nasello e baccalà, fino ad arrivare ai 60 kg di tinca il tutto cotto con oltre 50 quintali di legna.

Parte attiva dell’evento sono i novanta membri  della  Fratellanza che, vestiti con il tradizionale saio marrone, la piccola mantella viola, il cappuccio in tinta ed un tamburino al proprio seguito, la mattina del giovedì grasso bussano alle porte dei concittadini chiedendo e ricevendo offerte di ogni genere; quanto raccolto, nel pomeriggio dello stesso giorno, sarà battuto all’asta nella piazza del paese ed il ricavato utilizzato per l’acquisto degli ingredienti per la preparazione del pranzo. Infine sarà cura dei Fratelli servire a tavola le pietanze da loro stessi cucinate.

 

Per saperne di più

Il Comune  e La Pro Loco di Gradoli http://www.comune.gradoli.vt.it/

 offrono informazioni  ai seguenti numeri ed e-mail:

Comune tel. 0761 456082 – sindaco@comune.gradoli.vt.it

Pro Loco tel . 0761 456810 -Proloco3@libero.it

 

 I fagioli del Purgatorio

I membri della Fratellanza del Purgatorio con Stendardo e Tamburino per le vie di Gradoli

Comments

comments