La chiesa della Madonna di Ceri, detta anche Santa Maria Immacolata in Ceri, fu costruita nel secolo XI. Attualmente è dedicata all’Immacolata Concezione, ma sino alla metà dell’Ottocento era intitolata a San Felice II, un Papa martire decapitato nel IV secolo assieme ad un gruppo di Cristiani. Con il trasferimento delle sue reliquie all’interno della chiesa nel 1484, venne costruita per la loro conservazione un’edicola a pianta rettangolare, con quattro colonne ioniche che reggono altrettante arcate, e nella ghiera dell’arco principale dell’edicola inciso ancora oggi si legge CORPUS DIVI FELICIS : RO : PP : II / MCCCCLXXXIIII.

Di questa chiesa possiamo ritrovare come nucleo più antico l’abside di epoca antecedente al ‘300. Il bel pavimento a mosaico di tipo cosmatesco, ritenuto uno dei più antichi esistenti, è riconducibile al secolo XII. Sempre in questo periodo sono da datare gli affreschi della cappella della navata sinistra raffiguranti la crocifissione di Cristo, della crocifissione di San Pietro, la decapitazione di San Paolo, il battesimo di Gesù e il pantocratore in mezzo a santi. Intorno al 1400 viene posto sopra l’acquasantiera il dipinto di scuola senese raffigurante la Madonna di Ceri. Intorno al XVI secolo viene distrutta la parte sinistra dell’edificio ad opera di Valentino Borgia e vennero edificate in sostituzione le 3 cappelle laterali che presentano dipinti settecenteschi.  Nel 1974 alcuni lavori di rifacimento di una parete della chiesa, che richiesero alcuni saggi di rottura del muro, portarono alla inaspettata scoperta di un intero ciclo di affreschi con scene tratte dai libri della Genesi e dell’Esodo figure di santi, e (particolare curioso) scene di cucina, diavoli in lotta e una chimera posti sullo zoccolo della parete destra.

Ma la bella immagine di “Nostra Signora di Ceri, Madre di Misericordia”, è il cuore del Santuario diocesano. La tavola lignea, dipinta a tempera e ritoccata più volte nei secoli, conserva l’originaria struttura quattrocentesca con gli elementi tipici della scuola pittorica fiorentina nella seconda metà del Quattrocento, anche se rimane ignoto l’autore.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Santuario di Santa Maria Immacolata - Ceri (RM)

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Santuario di Santa Maria Immacolata - Ceri (RM) 41.994202, 12.152939 [caption id=\"attachment_18001\" align=\"alignnone\" width=\"275\"] Vai alla scheda[/caption]Ceri, Cerveteri, Roma, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments