Situato in uno scenario unico, su di una roccia a strapiombo sulla valle del Giovenzano, è il più antico Santuario dedicato alla Madonna. Secondo la leggenda, la chiesa sarebbe sorta nel IV per volontà dell’imperatore Costantino nel luogo in cui si convertì Sant’Eustachio, uno dei primi martiri cristiani. Consacrata da Papa Silvestro I, nel VI secolo la piccola chiesa venne donata ai Benedettini  e rimase proprietà dei monaci dell’Abbazia di Subiaco per oltre dieci secoli, fino al tardo secolo XVI, quando lo lasciarono e ad essi subentrarono i Gesuiti. A questo ordine appartenne fino al 1879 e poi, dopo alterne vicende, ritornò di nuovo ai Benedettini, finché nel 1857 il papa Pio IX non lo concesse ai Padri Resurrezionisti.

Il grande rinnovamento del complesso monastico si ebbe nel XVII secolo ad opera del gesuita e filosofo Athanasius Kircher che nel 1660 ne promosse il restauro con l’auto economico dell’imperatore Leopoldo I d’Austria e di molti altri principi tedeschi.

Oggi il santuario è composto di più edifici, arroccati si picchi di roccia contigui, con un effetto molto suggestivo e mistico. L’insieme è di una grande semplicità architettonica. La Chiesa è a tre navate e custodisce al suo interno un‘antica scultura della Madonna delle Grazie con il braccio il Bambino. Nel retro della chiesa si trova la grotta naturale dove avrebbe abitato San Benedetto per due anni, prima di recarsi a Subiaco.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo intero
Santuario Madonna della Mentorella

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Santuario Madonna della Mentorella 41.913833, 12.928408 [caption id=\"attachment_18475\" align=\"alignnone\" width=\"400\"]Vai alla scheda panoramica[/caption]Via Della Mentorella, 1, Guadagnolo, 00030 Capranica Prenestina, RM, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments