Il castello, meglio conosciuto come Rocca Farnese, subì nei secoli, varie trasformazioni. Dal 1354 alla seconda metà del 1400 ci ha vissuto la famiglia Farnese. Nel 1488 venne realizzato il cortile d’amore per le nozze di Angelo Farnese con Lella Orsini di Pitigliano. Altre trasformazioni avvennero al tempo del matrimonio di Pier Luigi Famese con Gerolama Orsini nel 1519, ad opera di Antonio da Sangallo il Giovane. I Farnese tennero il castello sino al 1649, anno della distruzione della capitare del Ducato di Castro. Nel 1730 il Castello dei Farnese, concesso all’ordine delle suore Domenicane, venne trasformato in Monastero di clausura, filiazione di quello di Santa Caterina a Viterbo. Qualche decennio dopo le stesse suore, forse per ispirazione di San Paolo della Croce, fondatore dei Passionisti e loro confessore, trasformarono la Scalea cinquecentesca del card. Alessandro Farnese, nipote di Paolo III, in una Scala Santa, rimuovendo gli affreschi di sapore profano, non compatibili con la nuova funzione della Rocca, e sostituendoli con scene della Via Crucis e della Passione, di cui non si conoscono gli autori. Il luogo di devozione suggestivo richiama in maniera stupefacente la Scala Santa di Roma. Si differenzia solo nel crocefisso, dipinto ad affresco nell’esempio romano scolpito quello di Valentano, probabilmente utilizzato anche come croce processionale. Sui lati della scala, composta dai tradizionali 28 gradini, tanti quanti quelli del sacro prototipo compaiono tre riquadri per lato, separati da una finta architettura dipinta. Nei riquadri sono dipinte le scene di Gesù davanti ad Anna, Gesù davanti a Caifa, Gesù davanti ad Erode. A suddividere i quattro episodi vi sono due riquadri dove sono accampati Pietro piangente e il Gallo sopra una colonna. Il complesso scenico si completa nel breve corridoio coperto a volta, posto al sommo della scalinata, qui compaiono altri quattro riquadri dipinti dove sono rappresentati Gesù nell’orto del Getsemani, Gesù alla colonna, Gesù che cade sotto la croce, Gesù deriso e coronato di spine. L’autore e sconosciuto. Oggi il monumentale castello dei Farnese che domina il centro storico di Valentano ospita il Museo della Preistoria della Tuscia e della Rocca Farnese.

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Scala Santa Rocca Farnese - Valentano 42.566494, 11.818399 [caption id=\"attachment_18489\" align=\"alignnone\" width=\"668\"] Vai alla scheda la scala santa[/caption]Valentano, VT, Italia (Indicazioni stradali)

Comments

comments