La Via Francigena del Sud era il collegamento tra Roma e i porti pugliesi di imbarco per la Terra Santa, attraverso le grandi vie consolari romane Appia e Prenestina-Casilina.

La direttrice Prenestina-Casilina, per lungo tempo ritenuta più sicura dell’Appia infestata da briganti e malaria, da Palestrina, attraverso l’imponente Castello di Genazzano e i vigneti di Piglio, giunge ad Anagni, la medievale città di Bonifacio VIII, che indisse il primo giubileo della cristianità nel 1300. Non lontano da San Vittore del Lazio, ultima tappa prima del Molise, la Francigena si intreccia con il Cammino di Benedetto.

 

Comments

comments