Castelli di Rocchette e Rocchettine

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Percorrendo la strada provinciale per Cottanello, procedendo in direzione di Montebuono, si giunge ai due insediamenti. Nel paese di Rocchette le strutture antiche si sono fuse con il nuovo; mentre, l'abbandonato borgo di Rocchettine, su una collina vicina, conserva integre tutte le caratteristiche di un abitato medievale.
Le prime notizie sui due castelli sono abbastanza tarde e risalgono al pieno Medioevo. I nomi originari erano, rispettivamente, Rocca Bertalda e Rocca Guidonesca; le fonti non permettono di stabilire né i fondatori né l'epoca di fondazione. Le vicende storiche dei due insediamenti si muovono in parallello. Dapprima possesso del Vescovo di Sabina, poi sotto il dominio diretto della Santa Sede, le due rocche alla fine del Trecento furono occupate dai Savelli che le tennero a lungo.
Una torre quadrata, inglobata nelle murature, ricorda le fasi più antiche del castrum di Rocchettine, mentre gli ampi rifacimenti operati dai Savelli sono ben evidenti nei torrioni cilindrici ad ampia scarpa, nella porta di accesso al castello, in parte nella cinta muraria, fortificata con mensole, feritoie e beccatelli. Imponente è la Chiesa di San Lorenzo completamente riedificata nel Settecento.

Mappa

Dettaglio mappa

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi