Breccia di Porta Pia

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Il 20 settembre 1870 è il giorno in cui le truppe del regno sabaudo conquistano la Roma papale ponendo fine al regno temporale di Pio IX. In campo ci sono 50 mila soldati italiani contro 11 mila difensori papalini. Il generale Cadorna decide di attaccare dalla riva sinistra e con oltre 300 cannonate apre la famosa breccia di Porta Pia: è da lì che i bersaglieri entrano, simbolicamente, di corsa. Il primo soldato a violare il ciglio della breccia è infatti un bersagliere del 12° battaglione. Era stato però l'esercito pontificio ad aprire per primo il fuoco a Villa Patrizi, facendo anche la prima vittima della battaglia, un povero caporale d'artiglieria italiano.

Mentre avviene tutto questo, Papa Pio IX sta celebrando una messa davanti ai rappresentanti del corpo diplomatico. Fino all'ultimo il pontefice spera in un intervento di qualche potenza cattolica europea, ma questo non avviene. Così già alle 10 del mattino è lo stesso Papa ad ordinare di innalzare la bandiera bianca sulla cupola di San Pietro.

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria