Escursionismo nell’alta Valle del Velino

//Escursionismo nell’alta Valle del Velino

Lunghe passeggiate nel cuore della natura, nel verde di valli, boschi e prati ancora oggi incontaminati nell’Alta Valle del Velino. Il reatino, con i suoi borghi, i suoi paesaggi, la sua storia, regala al turista sempre spunti per nuovi itinerari e nuove gite.

L’escursionismo è un’attività per grandi e piccoli, con percorsi diversi per livello di difficoltà, chilometraggio e durata. Gli itinerari sono tantissimi, c’è solo l’imbarazzo della scelta; abbiamo scelto un’interessante passeggiata di 5 chilometri circa, che durerà poco meno di due ore, partendo dal comune di Posta, un piccolo borgo nell’Alta Valle del Velino di cui abbiamo notizie a partire dal 1150. Durante il medioevo l’Alta Valle del Velino era dominata dai potenti Signori di Machilone il cui feudo, facente parte del Regno di Napoli, si trovava in un punto importantissimo che dominava i passaggi obbligati verso Rieti e Roma, verso il mare, verso L’Aquila e il Ducato di Spoleto.

Siete pronti? Zaino in spalla e si parte con destinazione Borbona, un altro piccolo gioiello del reatino.

Uscendo dal comune di Posta ci tuffiamo nei bellissimi e variopinti paesaggi della Valle del Velino, che cambiano a seconda delle stagioni, dai mille colori della primavera al verde intenso dell’estate, dall’oro dell’autunno al quieto candore dell’inverno. Le montagne hanno rappresentato, e sono tutt’ora, una fonte di sostentamento per le comunità del posto. La vegetazione è ricca e variegata, dal fitto bosco sopra la valle fino alle brulle vette. Ricca è anche la fauna, sono infatti molte le specie presenti nel territorio.

Lasciando i bellissimi paesaggi entriamo a piccoli passi nel piccolo comune di Borbona. Un borgo dalla storia molto antica, dal toponimo apparso per la prima volta intorno al 1018 nei documenti di Farfa, posto in una zona strategica che lo ha sempre caratterizzato nel corso dei secoli. Sfogliando i libri di storia, abbiamo scoperto che nella bolla di Anastasio IV del 1153, si parla della pieve di Santa Croce in Burbone, una chiesa alla quale facevano riferimento le tante ville sparse della zona, che un secolo dopo, verso il 1290, si riuniscono definitivamente in un vero e proprio centro organizzato, l’attuale Borbona.

Per visitare Rieti e il reatino cerca la soluzione migliore su: http://servizi.cotralspa.it/PercorsiTariffe

2017-04-21T11:40:51+00:00