Caricamento Eventi

Piatto tipico del paese di Antrodoco, grazioso borgo lungo il corso del Velino, gli Stracci Antrodocani sono una pietanza gustosa e ricca protagonista della sagra che si tiene ogni anno nel mese di agosto. Chiamati “stracci” per la caratteristica forma dell’involucro, soffice proprio come uno straccetto, l’antica ricetta tramandata da generazioni fin dal Medioevo, incorpora gli ingredienti migliori del territorio, come le uova paesane, l’olio extravergine Sabina DOP e la carne nostrana.

Lo “Straccio” essendo un prodotto di difficile preparazione , richiede una cura tutta particolare per il confezionamento, che si ottiene avviando una sorta di “catena di montaggio” per assemblare il prodotto finito. La preparazione della frittatina, che è la base dello “Straccio” con la pastella contenente uovo, acqua e farina, dello spessore di 1-1,5 mm, richiede una maestria che solo i cuochi antrodocani sanno eseguire nella corretta elasticità.

Il contenuto del ripieno con macinato di vitellone, mozzarella, sugo di manzo e parmigiano grattugiato, ne esaltano il gusto, rendendo questo prelibato manicaretto, unico nel suo genere. Da non con confondere con i cannelloni ottenuti con involucro di pasta sfoglia all’uovo e altri componenti all’interno. Chi pertanto, fosse mosso da “insaziabile” curiosità, potrà ad Antrodoco degustare questo prelibato manicaretto