Pesca nel lago di Paterno

//Pesca nel lago di Paterno

Nel comune Castel Sant’Angelo,  a metà strada tra i paesi di Antrodoco e Cittaducale,  scoviamo un piccolo paradiso per gli amanti della pesca e delle gite all’aria aperta, il lago di Paterno, un piccolo, ma molto profondo, bacino di origine carsica incastonato tra pittoresche colline boscose dove vi si respira un’aria bucolica con una spiaggetta che ospita oche e germani reali.

Particolarità del lago di Paterno è di non avere evidenti corsi d’acqua immissari ed  emissari, infatti è alimentato da una corrente di acqua sotterranea che percorre la sua profonda cavità. Diverse immersioni di sub hanno raccontato di un ambiente subacqueo con pareti molto scoscese e profonde, una visibilità ridottissima e correnti molto fredde e forti. Il lago è di forma ovale e misura circa 150×190 metri con una grande profondità di quasi 54 metri.

Le sponde sono completamente agibili e variano molto l’una dall’altra per la gioia di ogni tipo di pescatore, dal boschetto al canneto fino alla spiaggetta pulita e attrezzata con panchine, muretti e giostre. Su questo lato morbidi sassi e tronchi si immergono dolcemente in acqua.

Il lago attualmente è colonizzato da una fauna composta da varie specie di pesci quali tinche, carpe, persici trota, persici reali, black-bass e qualche luccetto. Un ottimo posto per godere una giornata di pesca o anche di sole e relax, ideale per tutta la famiglia, d’estate infatti la spiaggetta è frequentata anche da persone in costume con asciugamani e abbronzante.

Nel bacino sono praticate tutte le tecniche di pesca, ma le tecniche più appropriate sono lo Spinning, e la “pesca da fondo”. Ai fini della classificazione, le acque del lago di Paterno vengono annoverate tra le acque di categoria “B” dove è consentita esclusivamente la pesca sportiva o dilettantistica. Oltre alla licenza di pesca tipo “B” occorre il tesserino della provincia di Rieti, che potete richiedere agli uffici comunali e nei negozi di pesca della zona. Ufficio Pesca della Provincia di Rieti: Via Salaria, 3 Rieti 0746 2861.

Il lago sorge nel cuore della Piana di San Vittorino, attraversata dal fiume Velino e dalla strada statale Salaria: si tratta di un territorio di grande fascino, ricco d’acqua e di fenomeni carsici; a poche centinaia di metri da quello di Paterno si possono ammirare altri due laghi più piccoli – quello di Mezzo e quello di Pozzo di Burino – e sempre da queste parti si trovano le Sorgenti del Peschiera, le più copiose di tutto l’Appennino, che alimentano ancora oggi l’omonimo acquedotto di Roma. Il tutto senza dimenticare le sorgenti di acqua sulfurea, impiegate sin dall’antichità a scopo curativo nelle Terme di Cotilia. Qui, accanto ai moderni stabilimenti, è possibile ancora ammirare i resti delle antiche terme, “buen ritiro” degli imperatori Vespasiano e Tito negli ultimi anni della loro vita.

Per chi volesse trascorrere qualche ora in più da queste parti, meritano sicuramente una visita il borgo medievale di Castel Sant’Angelo e la splendida Cittaducale, con la Cattedrale di Santa Maria del Popolo del Popolo e la Torre Angioina; nel territorio di Antrodoco invece, lungo la via Salaria, sorgono la chiesa romanica di Santa Maria Extra Moenia e il santuario seicentesco della Madonna delle Grotte.

Per posizione  quasi al centro della penisola italica, il lago di Paterno fece ritenere a Varrone e Plinio che esso fosse l’ombelico d’Italia (ombelicus italiae)(de lin.lat. lib. III,p.17).

Per visitare Rieti e il reatino cerca la soluzione migliore su: http://servizi.cotralspa.it/PercorsiTariffe

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come ARML per Wikitude il browser con Realtà-Aumentata
Lago di Paterno

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Lago di Paterno 42.382258, 13.013732 Lago di Paterno, Vasche, RI, Italia (Indicazioni stradali)
2017-04-28T12:30:03+00:00