La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si levassero i canti, senza che risuonassero nelle strade, nelle case …

Un senso di sospesa felicità nell’attesa che il grande orologio della Vita scandisca il conto alla rovescia verso un nuovo, gioioso, ritorno ai colori, alle luci, ai regali, ai mille sapori della tradizione che rendono unica e speciale questa ricorrenza, dove tutto è identico eppure ogni volta così diverso.

E’ la magia del Natale… ricordate?

Immagine @www.viterbochristmas.it

Fortunatamente l’attesa è terminata e dal 26 novembre fino al 6 gennaio, festa dell’Epifania che tutte le feste porta via, Babbo Natale e i suoi elfi sapranno ancora una volta accogliere i tanti ospiti del Viterbo Christmas Village!

Un luogo fantastico dove ciascun visitatore può idealmente attraversare la linea del misterioso Circolo Polare Artico per ritrovarsi in una Rovaniemi medievali, all’interno della quale suggestioni finniche si amalgamano con la storia che ci narra di sante esiliate, fiere battaglie, conclavi interminabili, nobildonne di bellezza senza eguali, più altri avvenimenti sospesi tra leggenda e realtà che fanno di Viterbo meta di mostre e rievocazioni storiche tra le quali spicca il mirabile trasporto della Macchina di Santa Rosa, oggi Patrimonio immateriale dell’Unesco, che si rinnova ogni anno la sera del 3 settembre fungendo da anticipazione al tanto atteso evento natalizio.

Immagine @www.viterbochristmas.it

L’inaugurazione del Christmas avrà luogo il 26 Novembre: l’asse principale parte da piazza San Carluccio, sede della biglietteria, della “Fabbrica della Befana”, “Il villaggio degli elfi”, “La stalla di Rudolph”, mentre l’esposizione della “mostra Natalego” continua lungo via San Pellegrino fino alla piazza centrale su cui si affacciano l’omonima chiesa e il Palazzo degli Alessandri, risalente al XII sec., con archi, passaggi e terrazze, collocazione della casa di Babbo Natale e ufficio postale per le letterine dei più piccini.
Nel Medioevo l’intera area aveva caratteristiche residenziali e conserva ad oggi splendide torri, tra queste la splendida torre Scacciaricci, dimora dello scontroso Grinch con il suo cagnolino Max.

Per i più teneroni, il percorso abbinato al magico mondo degli elfi, dove anche la Befana ha trovato dimora. Elfetti malandrini e graziose elfette con i loro strani cappelli adorni di nastrini e pompon colorati fanno innamorare tutti quelli che si trovano a passare di lì … ma questa è un’altra storia e ve la racconteremo, chissà, il prossimo Natale.
C’è aria di festa a Viterbo!

Immagine @www.viterbochristmas.it

Per info: www.viterbochristmas.it

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE