Cosa importa se
Sognavi Puerto Rico
Ma se restiamo insieme
Sembra un paradiso anche Ostia Lido

Arriva il caldo, si accendo le hit, in testa a tutte J-ax con il tormentone estivo “Ostia Lido”… tuffiamoci anche noi nel mare romano… magari lanciandoci dal rinomato trampolino del Kursaal, con la sua originale forma circolare, intuizione dell’Ingegner Pierluigi Nervi. Oggi il trampolino è stato restaurato ma ha mantenuto la sua forma… lasciamo le ciabattine in bordo vasca, scalino dopo scalino, puff!

Il rapper milanese ha ragione, basta con i mari tropicali, quelli più vicini a casa, meritano eccome. Ostia è la vostra meta estiva!

Ostia

Resa immortale nelle ambientazioni dei romanzi pasoliniani e successivamente immolata al cinema già a partire dagli anni settanta con il film Ostia di Sergio Citti, fino a sbancare i botteghini con i cinepatonettoni più trash che l’hanno portata in cima alle classifiche dei box office, Ostia è il mare dei romani.

Sorge agli inizi del 900, negli anni 30 è stata gemellata con Roma, divenendo un vero e proprio quartiere della Capitale in cui architetti e ingegneri hanno creato moderni edifici, piazze, stabilimenti balneari che ancora oggi sono il centro della movida estiva.

Porto di Ostia

Da qualche anno a Ostia è sorto anche il nuovo Porto Turistico, che accoglie barche di tutte le dimensioni, offrendo ai viaggiatori di tutto il mondo la possibilità  di sbarcare nella Capitale e godere delle sue meraviglie, senza dover abbandonare il fascino del mare. Sempre nella zona del porto, esattamente all’Idroscalo nei pressi del monumento dedicato a Pier Paolo Pasolini, è presente la Lipu, un centro naturalistico dove ad oggi sono già state censite oltre 200 specie di uccelli, con specie nidificanti rare come l’airone rosso (qui presente con la più importante colonia del Lazio), facilmente osservabile, tra gli altri, insieme a tuffetto, tarabusino, schiribilla, tarabuso, falco di palude, cavaliere d’Italia e a molti limicoli ed anatre, come la rara moretta tabaccata.

Lasciato il porto alle spalle, il lungomare, al tramonto o nelle prime ore del mattino è l’ideale per una biciclettata oppure in “sella” a un modaiolo monopattino elettrico per chi non vuol faticare troppo. Per i veri sportivi, a Ostia il beachvolley è aperto tutto l’anno!

Ostia – Panoramica dal pontile

Arrivate al pontile, uno dei simboli più noti di Ostia Lido, fermatevi con un calice di prosecco e godete di quel leggero soffio di vento che vi solleverà dal caldo estivo.

Non perdetevi una passeggiata vintage con il naso all’in su’ tra le palazzine e i villini liberty del centro storico, le case popolari su Via della Marina che tanto raccontano la storia umana del luogo. Poi c’è Corso Duca di Genova, il Palazzo del Pappagallo con i suoi colori vivaci che si incontra sulla piazza Anco Marzio.

Piazza Anco Marzio

Sempre degli anni ’20 è anche il Palazzo del Governatore, progettato dall’architetto Vincenzo Fasolo nel 1924, la Colonia chiamata anche Vittorio Emanuele III, costruita tra il 1916 ed il 1920 su progetto dell’architetto Marcello Piacentini e destinata inizialmente a ospedale per le cure elioterapiche di bambini affetti da tubercolosi. L’architettura moderna di questo periodo è visibile anche nelle opere pubbliche. E’ possibile notare le suggestioni “futuriste” nell’Ufficio Postale realizzato dall’architetto Angelo Manzoni, il quale presenta all’entrata un gruppo di colonne poste a semicerchio che vogliono ricordare i pini del Parco di Castel Fusano. Ostia doveva essere una città-giardino, ogni singolo dettaglio estetico doveva trasmettere l’idea del riposo, della vacanza, quindi proseguiamo il nostro viaggio abbandonando il litorale romano per conoscere il cuore dell’”entroterra” di Ostia.

Lo avete preparato il sacco da pic-nic? La pineta vi aspetta con i suoi profumi e il suo umido frescore.

ostia_antica_testata

Villa di Plinio il Giovane

Camminate ancora e arrivate all’area archeologica delle rovine della villa di Plinio il Giovane a Castel Fusano. Per gli appassionati di archeologia si continua il “viaggio” tra gli scavi di Ostia Antica, poco distanti dal Lido. La si può raggiungere in macchina o con il trenino Freccia del Mare. Tra i mercati, le domus, il foro, il tempio, la basilica e il teatro sarete scaraventati in un emozionante viaggio nella storia della Roma Antica. Le sere d’estate vengono organizzati numerosi spettacoli teatrali, resi ancora più affascinanti dalla location.

Incastonato alle porte d’ingresso degli scavi del Parco Archeologico c’è il Castello di Giulio II: è di notevole fascino, anche per lo stato eccellente di conservazione. Nato per controllare il corso del Tevere, che già in passato aveva prodotto catastrofiche inondazioni, attorno al castello è stato in seguito costruito un delizioso borgo medievale-rinascimentale con stradine, antiche iscrizioni e soprattutto un’atmosfera silenziosa che ti riporta indietro di cinquecento anni.

tellina

Nel borghetto dei pescatori di Ostia vi aspetta ogni anno la sagra della tellina. Vengono serviti piatti di spaghetti con le telline cucinate in modo incantevole e divino. La sera poi si è allietati con vari spettacoli musicali. Oltre i classici spaghetti sono presenti anche specialità come la “frittura di calamari e gamberi” tutto accompagnato da un buon vino. In genere si la sagra si svolge dal 20/25 Agosto e vale proprio la pena andarci anche soltanto per assaggiare il tipico piatto del litorale romano.

Per completare la vostra visita a Ostia raggiungete le Dune, in particolare la zona dunale di Capocotta di notevole interesse ambientale, ma anche antropologico e sociale: la spiaggia infatti è riconosciuta dal movimento naturista internazionale, ed è punto di incontro per la comunità LGBT romana.

Le dune si sono formate grazie ai depositi sabbiosi trasportati dalle acque del Tevere, che attraverso la forza del mare si distribuiscono lungo la costa. Fatevi coccolare dalle sue morbidezze che accompagneranno la vostra passeggiata in questo splendido angolo della costa tirrenica che si estende per 5 chilometri, un tratto regalato dal Presidente della Repubblica ai romani.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...