Respirare l’atmosfera delle favole a Sant’Angelo di Roccalvecce

Ad un centinaio di chilometri dalla Capitale, a circa un’ora e mezza di macchina, è possibile raggiungere un posto che fino a qualche anno fa sembrava un borgo quasi abbandonato ma a cui l’arte ha saputo restituire una nuova vita, un’identità inconfondibile amata da grandi e piccini: siete pronti a scoprire con noi Sant’Angelo di Roccalvecce?

Questa piccola frazione di Viterbo, grazie all’intervento di alcuni artisti e sotto la guida dell’Associazione Culturale Arte e Spettacolo (ACAS), è stata ribattezzata Il paese delle fiabe. Sui muri dei suoi edifici sono stati realizzati una serie di murales ispirati al mondo delle favole, alle narrazioni fantastiche che tutti conosciamo, quelle che ci hanno appassionato sin da piccoli e che conservano ancora oggi un posto speciale nella nostra memoria. Fiabe che racchiudono sempre una morale, un insegnamento, che si sono legate indissolubilmente a questo luogo e alle sue tradizioni restituendone una nuova versione, e che in poco tempo ha reso Sant’Angelo di Roccalvecce nota per il suo fascino indiscutibile.

Questo piccolo borgo nel cuore della Tuscia è diventato infatti una meta prediletta da famiglie con bambini, ma anche da appassionati di arte urbana, di fotografi di street art o più semplicemente di curiosi. Preparatevi a scoprire questa galleria a cielo aperto dove ogni muro, edificio e vialetto è diventato la tela perfetta per nuove forme di espressione creativa. Una vera e propria esplosione di arte urbana contemporanea nel cuore di un delizioso e autentico borgo della Tuscia per valorizzare il territorio e il suo patrimonio artistico e aturale.

Da Alice nel Paese delle Meraviglie a Il Piccolo Principe, da La piccola fiammiferaia a Le Fate di Avalon, sono tante le opere che conquistano per i tratti decisi e i colori saturi in grado di catapultare il visitatore in una realtà sognante e fantasiosa. Stefania Marchetto, Tina Loiodice, Alessandra Carloni, Daniela Lai, Lidia Scalzo, Isabella Modanese, Stefania Capati, Cecilia Tacconi, Lena Ortmann, Ginevra Giovannon sono alcune delle artiste coinvolte nel progetto. Artiste che credono nella funzione sociale della street art, che non ha il solo scopo di far di rivivere luoghi un tempo abbandonati ma anche di coinvolgere i fruitori di tali interventi suscitando in loro una reazione. Artiste che con il loro stile hanno reso unico questo borgo, contribuendo alla sua rinascita, con l’obiettivo di valorizzare la splendida Tuscia ed il suo patrimonio storico e culturale.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Nella Valle del Treja, tra le Cascate di Monte Gelato e Mazzano Romano

Una meta ideale per allontanarsi dalla città in cerca di refrigerio e ricaricarsi è senza dubbio la Valle del Treja, immersa in un suggestivo paesaggio naturale tra boschi ed una rigogliosa vegetazione e che offre anche borghi da scoprire. Numerose sono le escursioni...

Alla scoperta dei parchi del Lazio

Il patrimonio naturalistico della Regione Lazio, i suoi parchi unici, sono uno dei principali attrattori turistici per la complessità e la diversità dei suoi elementi peculiari, che ovunque si fondono magicamente con siti e resti archeologici, la storia, le tipicità...

Nettuno, un antico borgo di pescatori

Nettuno, l’antico borgo di pescatori, si trova poco distante dalla zona dove sorgevano la Via Sacra, l’antica città di Satricum, l’acropoli con il tempio della dea dell’Aurora Mater Matuta e da dove sono riemerse testimonianze della presenza della popolazione dei...

Le 10 Bandiere Blu 2022 nel Lazio

Tuffarsi nel mare limpido e incontaminato dell’Italia? Si può fare, basta scegliere tra i 427 lidi nelle 210 località rivierasche dove sventola la Bandiera Blu*! Nel Lazio sono 10 le spiagge che hanno ricevuto il riconoscimento da parte dell’organizzazione...

Le vette panoramiche nel Lazio

Scalare le vette è un modo spettacolare per visitare il Lazio, godendo di viste mozzafiato e panorami meravigliosi. Oggi vi raccontiamo 7 vette dove organizzare escursioni per tutti i livelli e per tutte le età. Dagli oltre 2100 metri del monte Viglio fino ai 540 del...

Cosa vedere a Isola del Liri e dintorni

Isola del Liri è un gioiello della Ciociaria da visitare almeno una volta nella vita. Ma cosa c’è da vedere nel borgo e dintorni? Scopritelo nel nostro minitour di 3 giorni, tra fiaba e horror. Lo spettacolare centro storico di Isola del Liri nasce nel Medioevo ai...

Lazio, emozioni in cammino

Il Lazio è da sempre terra di cammini, di sentieri religiosi e di strade battute da secoli dove è possibile lasciarsi alle spalle lo stress delle giornate lavorative, alla ricerca di luoghi di culto e borghi storici immersi nella natura e nella pace più totale: il...

Villa Fogliano, un’idea per il weekend

Raschiatoi, punte di freccia, e altre tracce della presenza dell’uomo sin dai tempi preistorici. Siamo nel territorio della Villa Fogliano a pochi chilometri da Latina dove la presenza dei Romani fu forte e vigorosa. Furono loro a realizzare importanti opere di...

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

“Incredibile, perché proprio qui?” è quanto esclamerete in questi luoghi “fuori luogo” nel Lazio. Qui è accaduto qualcosa per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia di Roma o di un piccolo borgo al tempo poco noto. Fu così che sono diventati...

Morolo, la Ciociaria che non ti aspetti

Idee per il weekend legate alla bellezza, outdoor, cultura e buona cucina? Vi presentiamo Morolo, con l’accento rigorosamente sulla seconda “o”, Moròlo. Siamo in Ciociaria, e precisamente nella Media Valle Latina tra i Colli Albani, i Monti Lepini e Cassino. Partiamo...