SS. Cosma e Damiano, a circa 160 km. da Roma e circa 100 km. da Latina, è il comune più meridionale della provincia di Latina insieme a Castelforte, con una parte del territorio che si bagna nelle acque del Fiume Garigliano che dalla Ciociaria meridionale finisce nel Tirreno laziale.

La sua storia deve essere percorsa di pari passo con quella di Castelforte, con cui ha avuto per diverse volte un’amministrazione unica, ed il loro attuale confine in alcuni punti attraversa ancora  qualche edificio. Degli antichi edifici, quasi tutti distrutti nel corso dei terribili bombardamenti della seconda Guerra Mondiale, restano visibili Il Palazzo Ribaldi e la chiesa dei Santi Cosma e Damiano.

Nella parte più alta del paese si trova la frazione di Ventosa dove sono visibili una bella torre ed i resti di altre torri di avvistamento e di difesa e si conserva l’artigianato dello strame, un tipo di erba perenne molto resistente e diffusa nella zona che sapientemente intrecciata dagli artigiani locali si trasforma in zerbini, sporte, borse, cappelli ed altro ancora.

Una leggenda narra che S. Paolo, diretto a Roma, si fermò a Ventosa e chiese agli abitanti una nuova sacca per proseguire il suo viaggio e questi, non avendo tanto da offrirgli, ne intrecciarono una “con la stramma”.

Tra gli eventi da non perdere  il Carnevale  e, per gli amanti della natura, la festa della montagna.

INFO UTILI
distanza da Roma 160 km
da non perdere Chiesa dei SS.Cosma e Damiano
sito web Comune di SS.Cosma e Damiano

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...