Al via la fase 2, riaprono i parchi

Fase due” è il mantra del momento. Il passepartoutper la “libertà”… mai troppa, il giusto… quel che di questi tempi ci di può permettere. Ma tanto basta per iniziare la settimana con il sorriso sulle labbra. E mai lunedì fu più atteso di quello datato 4 maggio.

Usciamo di casa. Con maschera e guanti, ovviamente. Ciò che è più incredibile possiamo lasciare a casa anche il valoroso cane di pezza che durante il periodo di clausura, è stato al nostro fianco.

Dove si va quindi a festeggiare, ad assaporare la libertà?

Villa Pamphilj

Da Villa Borghese e a Villa Pamphilj, gradualmente e con mille cautele, il polmone verde di Roma è pronto a schiudersi.

Distanziamento sociale e aree gioco chiuse. Roma apre in sicurezza ville storiche, parchi e giardini pubblici.

Sarà possibile passeggiare e fare attività fisica individuale nel rispetto delle distanze dalle altre persone.

Villa Borghese

L’ingresso è consentito solo a chi non presenta sintomi da infezione respiratoria e febbre e non è in quarantena.

Minori e persone non completamente autosufficienti possono passeggiare con l’accompagnatore sempre nel rispetto della distanza di sicurezza.

… alcune regole basilari!

Non solo Villa Borghese e Villa Pamphilj, tra le aree verdi autorizzate c’è anche il Circo Massimo.

Era stata chiusa lo scorso marzo, l’area nei pressi di Caracalla, teatro di numerosi eventi, da concerti pop a festeggiamenti per la vittorie della nazionale, ai mondiali nel 2006 e della Roma, a maratone come la Race for the Cure.

E che la fase 2 abbia così inizio!

Share this:

Idee di Viaggio