Amarsi nel Lazio

Quando il cuore batte non importa in quale parte del mondo si è, l’importante è stare con il proprio amore. Tuttavia lo sfondo giusto, può fare la differenza. E il Lazio, tra le sue montagne, i suoi laghi, i suoi borghi e il suo litorale, la differenza la fa, eccome!

Romanticoni, prendete nota, San Valentino si avvicina, sparate la vostra cartuccia migliore e sconvolgetelo il vostro amore!

È l’alba, i vicini dormono, fate piano, è venerdì 14 febbraio. C’è chi tra qualche ora dovrà prepararsi per andare a lavoro, ma voi no, la giornata ve la siete presa tutta per dedicargliela. Salite in macchina, ma prima bendategli gli occhi, deve essere una sorpresa. La sera prima avrete posto sui sedili posteriori un vassoio straripante dei suoi dolcetti preferiti e al mattino, quatti, quatti vi avrete nascosto anche un termos con caffè caldo.

Nemi

Si parte. Si arriva. Si parcheggia, nel punto migliore per godersi l’alba più romantica di San Valentino. Siamo sul Lago di Nemi dove Goethe, Stendhal e D’Annunzio trovarono l’ispirazione passeggiando lungo le rive. La tradizione vuole che qui sia nato Romolo, il primo Re di Roma, e che la zona fosse stata meta di pellegrinaggio per gli antichi Romani che arrivavano a rendere omaggio al Tempio di Diana.

E voi siete lì con la persona che amate, cosa voler di più. La giornata è tutta per voi, godetevela tra il Museo delle Navi Romane, che raccontano la storia dei Castelli Romani e il ritrovamento delle navi di Caligola. Godetevela al Tempio di Diana Nemorense, dove si ammirano i resti dell’antico edificio romano oppure all’antica Parrocchiale della Immacolata Concezione, il luogo di preghiera più importante del borgo. Non perdetevi una visita nel Palazzo Ruspoli, uno dei più belli di tutta Nemi. Le fettuccine ai funghi porcini, la minestra di “gialloni”, ovvero i fagioli borlotti… saranno la ciliegina sulla torta.

Fontana di Trevi

Questa è la storia di due amanti che cercano gli antri più romantici dove poter passare inosservati e potersi vedere l’uno negli occhi dell’altro, cercando l’invisibilità di quelli altrui. Sono nella città eterna, dove tanto già parla d’amore. Ne parlano le fontane, come quella di Trevi, dove l’acqua che scorre è sinfonia, oppure quella dell’Acqua Paola più immota ma dall’affaccio indimenticabile. Tra le rovine di millenni, fantasmi di un passato glorioso. Roma è romantica per natura. Vie, strade, piazze, parchi, piccoli luoghi dimenticati. Ce sono a centinaia. Ma i terrazzi romani, sono il luogo perfetto per San Valentino. Offrono il buio al tramonto e mille cupole disegnate all’orizzonte. Offrono il silenzio in cui registrare ogni parola detta, perché non vada persa, perché è una storia d’amanti il cui futuro è incerto ma l’emozione impressa nei loro incontri si vuol rendere eterna. E il silenzio di quel tetto è musica. Fa freddo, è il 14 febbraio, si stringono, perché il terrazzo, ha solo il suo tetto di stelle per coprirli.

Immersi nelle calde acque termali del Bagnaccio per concedersi un piacevole bagno all’aperto anche in inverno e soprattutto a San Valentino. Nessun abito sofisticato, nessuna scarpa da capogiro o trucco sfavillante. Non vi servirà nemmeno un parrucchiere. Basterà costume e accappatoio, un San Valentino più smart di così…

Isola di Ponza

Il mare d’inverno, lo cantava Loredana Bertè, straordinario scrigno di acque cristalline, Ponza vi attende con le grotte che potrete immaginare o con una muta ammirare. I faraglioni, le case colorate e le mulattiere, l’aperitivo in piazzetta e la passeggiata sulla balconata di Vanvitelli. Sono tutti gli ingredienti d’amore di un’isola magica, su cui approdare, sognando già di tornare con il vostro amore.

Rieti

Passeggiando mano nella mano tra i silenziosi vicoli della cittadina che è più nel cuore d’Italia di ogni altra. Questo è il San Valentino a Rieti ombelico del Bel Paese. È qui che “geograficamente” è indicato il centro d’Italia. Le fa da sfondo il Monte Terminillo bianco mentre troneggia su di esso un cielo rosa. Dal Palazzo Vescovile e al Duomo, entrambi sedi del Museo Diocesano di Rieti. Piazza Cesare Battisti è il punto più alto del centro storico: si ammirano i tetti della città dal balconcino dei Giardini del Vignola, il giardino pensile all’italiana ricco di sculture ornamentali, su cui si affaccia Palazzo Vicentini. Tutto vi parlerà d’amore, se lo saprete ascoltare. È il tramonto, ammirate i monti circostanti su cui si iniziano ad accendere le piccole luci della sera. L’elegante salotto urbano è Piazza Vittorio Emanuele II dove sigillare con un brindisi il vostro 14 febbraio.

Casa Lawrence

Il giorno di San Valentino in Ciociaria è tra Casa Lawrence a Picinisco che prende il nome dello scrittore inglese che vi soggiornò per un certo periodo di tempo e vi trovò l’ispirazione per completare il suo romanzo “La ragazza perduta” dove parla della natura e dei personaggi di questi luoghi. Interessante è il convento di San Francesco fondato dal poverello di Assisi. Un percorso legato all’enogastronomia e ai prelibati prodotti del territorio, come i tartufi, i fagioli cannellini, i torroncini di pasta di mandorle e l’ottimo vino DOC Cabernet di Atina.

Buon San Valentino goloso!

Share this:
Amenities

Idee di Viaggio