Frittelle viterbesi di San Giuseppe

Il 19 Marzo festa di san Giuseppe, per tradizione si preparano le frittelle di riso che anticamente, considerate le ristrettezze economiche, erano il dolce per eccellenza di questa festa.

Il Santo affettuosamente veniva chiamato “San Giuseppe frittellaro”.

Per gli ingredienti occorrono 250 gr di riso, 750 ml di latte, 100 gr di farina, 150 gr di zucchero, 3 uova, 150 gr di uva sultanina, cannella, lievito per dolci e rhum o alchermes.

Per la preparazione occorre cuocere il riso nel latte allungato con un po’ d’acqua; la cottura deve essere un po’ più del normale e una volta scolato lasciare il riso a raffreddare.

Una volta raffreddato metterlo in una terrina insieme a tutti gli ingredienti, avendo cura di mettere a bagno in acqua tiepida l’uva sultanina prima di utilizzarla.

Appena l’impasto è pronto con l’aiuto di un cucchiaio immergere le frittelle della grandezza desiderata nell’olio bollente ed estrarle appena saranno dorate spolverizzandole con lo zucchero semolato.

Share this:

Piatti della tradizione