Gaeta

Repubblica marinara e meta di villeggiatura nota già all’epoca degli antichi romani, Gaeta, a circa 140 km da Roma e 70 da Latina, è situata sullo sperone del Monte Orlando, ed è un centro balneare dal clima temperato, ricco di testimonianze storiche, monumentali e religiose.

La sua linea costiera è un susseguirsi di bellissime spiagge delimitate da speroni rocciosi, su cui svettano torri costiere, baie e calette.

La parte più antica si snoda attorno al maestoso Castello Angioino-Aragonese. Numerosi e importanti gli edifici religiosi, tra cui la Cattedrale di Sant’Erasmo con il campanile cosmatesco della seconda metà del XII secolo, e la chiesa della Santissima Annunziata con la Cappella d’oro, interamente decorata in legno e oro zecchino.

Un luogo sicuramente da non perdere vicino al quartiere di Sant’Erasmo, è il Santuario della Santissima Trinità sul Monte Orlando, area protetta nel Parco Regionale della Riviera di Ulisse. Nell’area del Santuario, assolutamente da vedere la Grotta del Turco e la fenditura nella roccia, detta Montagna Spaccata.

Una tipica espressione del folklore gaetano è Gliu Sciuscio nella notte del 31 dicembre: numerose orchestre di giovani gaetani suonano per le strade e le case di Gaeta intonando canti tipici ben auguranti.

La tavola di questa cittadina della riviera pontina è ricca e saporita. Le olive sono considerate un patrimonio della gastronomia di Gaeta, la tiella è un famoso piatto tipico marinaro, il cui nome deriva probabilmente dalla teglia in cui veniva preparata, una pizza rustica di forma circolare il cui ripieno può contenere pesce (alici, sarde, polpo e calamari) e verdure, ricotta, pomodoro e cipolla.

Anche per il 2019 Gaeta ha ottenuto il riconoscimento di Bandiera Blu F.E.E.

Share this:

Città e Borghi