Greccio

E’ impossibile non conoscerlo. La sua fama ha raggiunto gli angoli più remoti di tutto il pianeta, è Greccio, dove San Francesco con l’aiuto di Giovanni Velita, castellano del paese fece nel 1223 il primo presepe al mondo. Il desiderio di rievocare la nascita di Gesù maturò, dopo il viaggio che San Francesco fece in Palestina. Al santo, Greccio ricordava Betlemme, e così espresse il desiderio di celebrare in quei luoghi la notte di Natale. San Francesco incaricò il castellano Velita di scegliere una grotta, dove avrebbe fatto costruire una mangiatoia, e di condurvi un bue e un asinello. Secondo le agiografie, durante la Messa sarebbe apparso nella mangiatoia un bambino, che San Francesco avrebbe stretto tra le braccia. Ogni anno, nel periodo di Natale, il “miracolo” si ripete teatralmente sotto la rocca del paese.

Il borgo medioevale conserva parte della pavimentazione del vecchio castello e tre delle sei torri di cui la maggiore trasformata nel XVII secolo in Torre Campanaria. Circondato da stupendi boschi di querce, offre al visitatore un meraviglioso panorama. A fianco della Torre sorge la Chiesa Parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo, ricavata da una parte del castello, con pregevoli opere del XV-XVI secolo.

Da non perdere è una visita alla “Cappelletta” dedicata a San Francesco, si trova a 1205 metri di altezza e offre una bellissima veduta panoramica sulla Valle Santa Reatina e in condizioni di particolare limpidezza, alla Cupola della Basilica di San Pietro a Roma.

Ovviamente i cannelloni alla francescana sono il piatto forte!

Share this:

Città e Borghi