Il Lazio dal divano: suggerimenti in pillole

#iorestoacasa, certo, ma la fantasia non ha barriere. Viaggia, sogna, inventa il futuro. Ecco qualche click per vedere da vicino un soffitto tutto dipinto, l’archivio dell’Istituto luce, quello dei cinegiornali di tanti anni fa, o il centro storico di Roma ripreso da un drone.

Iniziamo proprio dalla Capitale, col centro storico sito UNESCO nel suo complesso, meraviglia mondiale.

Qui, navigando un po’, si fanno visite spettacolari a siti archeologici, musei, mostre. Ad esempio alla Galleria Borghese di Roma per vedere ‘da vicino’ Paolina Borghese di Canova, seminuda e bellissima, o le più belle creazioni di Gian Lorenzo Bernini.

Rimanendo in tema di musei, il MAXXI, il Museo del XXI secolo di Roma, ha aperto le sue porte, ovviamente online. Collegandosi al sito, il palinsesto offre un viaggio tra le opere, le mostre più belle della Fondazione, incontri con artisti e laboratori giornalieri per bambini.

Tra gli spazi d’eccezione per l’arte contemporanea, anche la Galleria Nazionale d’Arte Moderna a Roma, dal divertente acronimo GNAM, ha una visita guidata addirittura dalla Direttrice del Museo Cristiana Collu: con un click

E al Palazzo delle Esposizioni di Via Nazionale a Roma ci sono le due mostre più attuali su Jim Dine” e “Gabriele Basilico. Metropoli.

Nel cuore di Roma, di fronte all’Isola Tiberine, si può visitare la Sinagoga e l’annesso bellissimo Museo.

Da sfogliare on line, proprio come un libro, pagina dopo pagina, foto dopo foto, ecco le piccole guide sul Lazio del mare più bello, delle colline, dei borghi antichi, dei Siti UNESCO.

E per chi non ama voltar pagina neppure giocando con il mouse, e preferisce farsi ammaliare da panorami bellissimi o palazzi nei quali un drone ‘si precipita’, quasi come dalle montagne russe, al link http://www.regione.lazio.it/rl/laziomaivisto/ ci sono trenta ‘racconti in movimento’: sulle stradine della necropoli di Cerveteri, nella Montagna spaccata di Gaeta, ma dal mare e a volo radente, o nella dolcezza dei Laghi di Bolsena e di Bracciano, con i loro borghi a pelo d’acqua. Tutto in alta definizione.

Tanta natura, boschi laghi mare e avventure all’aperto. Basta entrare sul canale youtube della Regione Lazio: per il mare e i fondali più belli c’è per scendere a 150 chilometri all’ora appesi a un filo…

per le acque salate…

o nelle acque dolci, il top per il relax…

Agli appassionati di cammini ecco la Via Francigena del Sud con Paolo Rumiz, percorrendola con il giornalista da Roma a Brindisi. Magari fermandosi prima, in caso di stanchezza.

Per appagare la curiosità di entrare nella Cripta di Anagni o nel Palazzo Farnese di Caprarola, aggirarsi negli ambienti con il mouse, e con un clic vedere il dettaglio di un dipinto, ecco al link http://portal.visitlazio.com/212 più di venti ‘visite virtuali’, tutte da scoprire.

Viaggio italiano è il portale dei luoghi e dei paesaggi unici, per un viaggio insolito tra video e immagini lontano dai percorsi turistici convenzionali. Non solo nel Lazio.

Non basta un fine settimana per perdersi negli archivi dell’Istituto Luce, all’indirizzo www.archivioluce.com, 70.000 video dagli anni ‘10 a oggi, memorabili ‘Si gira’, centinaia di backstage di film italiani. Per gli appassionati di sport ecco filmati sulla Nazionale e il campionato di calcio, e ancora ciclismo e atletica d’eccezione. Per i cinefili ci sono filmati rari; e per rimanere aggiornati sul mondo del cinema c’è ‘CinecittàNews’ (news.cinecitta.com), vera e propria agenzia d’informazione sul mondo del cinema italiano.

Ancora in tema di cinema RomaLazio Filmcommission mette a disposizione la visione streaming di CineCampus Atelier: tutte le iniziative di formazione sul cinema dal 2008 al 2019 tenute da talenti del settore, da Mario Martone a Isabella Ragonese, da Gianfranco a Enrico Vanzina, e ancora Pif, Edoardo Leo, Giacarlo De Cataldo e Milena Vukotic.

Rubando a A.J Cronin il titolo del romanzo ‘E le stelle stanno a guardare…’, noi restituiamo il loro sguardo occhi al cielo terso in queste serata di primavera senza smog: da una finestra, da un piccolo terrazzo, magari con un binocolo per vederle ‘pulsare’, o anche dallo schermo di un pc: basta collegarsi al Planetario di Roma, per vedere Il Cielo dal Balcone, con stelle costellazioni dai nomi strani, sotto la guida attenta degli astronomi. Quando? Ogni venerdì dalle 19.00, fino al 1° maggio. Poi sarà bellissimo cercarle e riconoscerle quando passeggeremo in montagna o al mare, lontano dalle luci della città……

Saccheggiando ancora la letteratura, quella delle origini, ‘La Compagnia dei Lepini’ ha cercato una storia capace di descrivere dolore, angoscia, perdita degli affetti, ma soprattutto le possibili vie d’uscita: ed ecco l’Eneide di Virgilio, poema principe di emozioni potenti e di rinascita, emozionalmente raccontata in video da attori e cultori di letteratura antica, a partire dal 20 aprile. https://www.facebook.com/compagniadeilepini

 

Altrettanto irrinunciabile è ‘gironzolare’ nei due splendidi spazi di fiori monotematici del Lazio:

Vacunae Rosae con le varietà più esclusive della regina dei fiori e

e il Giardino Botanico Moutan, una esplosione di peonie, coloratissime, inebrianti. Manca solo il profumo, ma con un po’ di fantasia….!

Imperdibile l’elegante giardino all’italiana di Villa Lante a Bagnaia, coi giochi d’acqua e le fontane, proprio come le progettò nel Rinascimento Pirro Ligorio, architetto attivissimo nei Giardini Vaticani.

Share this:

Cultura