In giro per i musei del mondo… virtualmente!

#iostoacasa è giro per i musei del mondo. Proviamo a trarre insieme qualcosa di positivo da questo momento. Avere a disposizione i musei più importanti del mondo, da ammirare dal vostro divano, non è poca cosa. Quando il tempo lo consentirà, lo farete dal vivo, ma per ora buona visione!

È una porta che si spalanca su un luogo e su un’epoca indimenticabili: Firenze e il Rinascimento. È la Gioconda. Non solo un quadro da ammirare affascinati dagli occhi che sembrano vivi e dalla magia del sorriso. In realtà è un viaggio nella mente e nelle emozioni di Leonardo. Mettetevi in coda al Louvre di Parigi, virtualmente, si intende, perché in questo periodo solo attraverso la tecnologia potremo ammirare le opere d’arte.
Un’esperienza formativa ed emozionante. Il Louvre raccoglie una collezione straordinaria, di cui tantissime opere sono italiane.
L’immensa collezione segue un orientamento tematico all’interno di varie zone dello spazio espositivo: antichità orientali, egizie, greche, romane e etrusche, storia del Louvre, Louvre medievale, pittura, scultura, oggetti d’arte, arte grafica e arte islamica. Alcuni giornalisti del New York Times che realizzarono una breve guida su come visitare il Louvre al meglio, ci hanno messo tre giorni interi per vedere ogni sala del museo. Voi potrete farlo dal divano.
https://www.louvre.fr/en

 

Da Parigi a New York via divano.
Siamo al Metropolitan Museum, o più facilemente al Met. Già solo il suo nome evoca il concetto di glamour, di irresistibile. Salire quei gradini vi farà sentire un po’ Celine Dion.
Il Met presenta oltre 5.000 anni di arte proveniente da tutto il mondo. Il museo vive in tre siti iconici di New York: The Met Fifth Avenue, The Met Breuer e The Met Cloisters. Milioni di persone prendono parte anche all’esperienza di The Met online, da tanto. È un’esperienza che vi rapirà, come se foste lì. Da quando è stata fondata nel 1870, The Met ha sempre aspirato ad essere più di un tesoro di oggetti rari e belli. Ogni giorno l’arte si anima nelle gallerie del Museo e attraverso le sue mostre ed eventi, rivela nuove idee e connessioni inattese nel tempo tra le culture.
https://www.metmuseum.org/

 

Volumi curvi e grandi facciate continue di vetro che collegano l’interno e l’esterno. È uno ampio spazio inondato di luce. Siamo al Guggenheim di Bilbao che come gli altri suoi “colleghi” resterà aperto virtualmente per essere visitato in questo periodo dove la parola d’ordine è #iostoacasa. Basquiat con il suo “Uomo di Napoli”… l’Italia è sempre un soggetto perfetto da ritrarre. Barceló che in “Flood” voleva riflettere sulla natura liquida della vernice e sulla possibilità di usarla metaforicamente per catturare il tempo. Profetico oggi. Dal pennello ai rulli anche l’arte di Klein è al Guggenheim insieme a molte altre opere che vi emozioneranno.
https://artsandculture.google.com/project/guggenheim-bilbao

 

Anche il British Museum apre virtualmente le sue porte, con un’utilissima guida in italiano per chi con l’inglese arranca! 54.000 mq di arte dove si potranno “visitare” per ammirare oltre quattro milioni di oggetti: ossa preistoriche, la tomba Payava del IV secolo a.C. proveniente dalla Grecia, blocchi del Partenone, mummie egizie, la Stele di Rosetta, intere sale di palazzi assiri, dipinti, ceramiche, vasi, tombe, sculture, sarcofagi, gioielli, lampade, papiri, teschi e scheletri.
Ma non è finita qui! Il museo cresce quasi quotidianamente visto che gran parte dei ritrovamenti nazionali arriva qui. I lasciti sono frequenti e non rari i nuovi acquisti. Oltre alla collezione permanente, il British Museum ospita continuamente mostre ed esposizioni temporanee di importanza internazionale.
https://www.britishmuseum.org/visit/audio-guide/audio-guide-italian

 

Allunghiamoci sulla Constitution Avenue a Washington uno dei musei d’arte più vasti ed importanti del mondo, che copre, con le sue collezioni ricche di capolavori, quasi settecento anni di storia dell’arte, spaziando dall’arte europea a quella del Nuovo Mondo. La pinacoteca in particolare è la più vasta e completa degli Stati Uniti ed arriva, partendo dall’arte bizantina, fino al XX secolo. Siamo alla National Gallery of Art.  Il museo ha reso disponibile il download gratuito delle immagini ad alta risoluzione – fino a 3 milioni di pixel – di più di 35 mila opera d’arte della galleria, che possono essere liberamente usate. L’obiettivo, dice la National Gallery, è quello di “favorire l’apprendimento, l’arricchimento, il piacere e l’esplorazione”. Tra gli artisti presenti nella collezione ci sono autori stranoti come Leonardo da Vinci, Botticelli, Picasso, Dalì, Degas, Monet, Rembrandt, Vincent van Gogh, Paul Gauguin e diversi maestri dell’Impressionismo.
https://www.nga.gov/

 

Per gli appassionati la Nasa offre tour virtuali liberi del proprio centro spaziale di Houston con una guida turistica molto particolare: un robot animato chiamato Audima. Aperto nel 1992 e situato a Houston in Texas, è un importante centro scientifico e di apprendimento dello spazio, con vari programmi educativi per tutte l’età. È una delle migliori attrazioni di Houston e del Texas. Noi l’apprezzeremo comodamente dal divano! Veicoli spaziali, rocce lunari ed esperienze interattive, siete pronti per Marte?
https://www.nasa.gov/glennvirtualtours

 

Smithsonian National museum of natural history, è uno scrigno dai tesori infiniti, è il museo di storia naturale più visitato al mondo ed è anche un importante centro di ricerca scientifica. Siamo a Washington. 126 milioni di reperti. Il museo è organizzato in sette dipartimenti: Antropologia, Botanica, Entomologia, Invertebrati, Palobiologia e Vertebrati. La mostra permanente è organizzata per temi, cominciando dalla famosa “Rotunda” del museo famosa e dal suo diorama gigante di un elefante, scoprirete un museo interessantissimo.
http://naturalhistory.si.edu

 

Il Reina Sofia di Madrid apre virtualmente le sue sale per mostrarvi opere d’arte che vanno dal novecento ai giorni nostri. La costruzione che ospita il museo nacque come ospedale e come tale è stato utilizzato fino al 1986 quando fu aperto il Centro d’Arte Reina Sofia. Da Dalì a Mirò, a Picasso e molti altri ancora. La Guernica con la sua straordinaria drammaticità vi terrà incollati alla sua tela. Ma nel museo c’è molto da vedere. Buona “passeggiata”.
https://www.museoreinasofia.es

 

E ora entriamo nel Museo Archeologico di Atene, il museo archeologico più grande della Grecia e uno dei musei più importanti del mondo dedicati all’Antica Grecia. Preistoria, sculture, vasi, oggetti provenienti da Santorini, oggetti in bronzo e arte egiziana. Nelle sale sono rappresentate le differenti culture e civilizzazioni della Grecia, con gioielli, mummie, statuite in ceramica, manufatti in avorio e vetro, piccole sculture in marmo o alcune maschere funebri con base d’oro.
http://www.namuseum.gr

Share this:

Idee di Viaggio