La primavera è qui, Roma si risveglia!

A Roma la primavera arriva spesso con anticipo e quando le giornate diventano un po’ più lunghe i tramonti della Capitale ci invogliano a trascorrere più tempo all’aperto, anche con l’aria frizzantina.

Antonello Venditti, l’ha celebrata così: “Quanto sei grande Roma, quand’è er tramonto, quando l’arancia rosseggia ancora sui sette colli e le finestre so’ tanti occhi che te sembrano dì quanto sei bella!

Nella città eterna possiamo passeggiare osservando lo scorrere lento del “Biondo Tevere” o seduti su una panchina leggere un libro o semplicemente ammirare uno dei parchi, delle ville o degli eleganti giardini che in primavera indossano il loro abito più variopinto.

Villa Borghese

Allora cominciamo da Villa Borghese che richiama alla mente il Globe Theatre, eredità del mitico Gigi Proietti, molte sono le attrazioni del Parco a cominciare da Piazza di Siena dove ogni anno si svolge uno dei più prestigiosi Concorsi ippici, l’Uccelliera decorata da affreschi naturalistici, la Meridiana e la Fortezza (oggi Museo Pietro Canonica), il Casino dei giochi d’acqua, oggi Museo Bilotti, il Tempio di Esculapio e la passeggiata del Pincio, uno dei posti più panoramici della città.

Oppure possiamo scegliere Villa Ada, tra i quartieri Parioli e Trieste, con il Tempietto di Flora e il Belvedere, i giardini all’italiana, meta di rilassanti passeggiate tra i sentieri circondati da prati fino alla parte più in basso dove si trova il laghetto, ma anche allenarci nelle aree attrezzate di uno dei più grandi parchi di Roma: Villa Doria Pamphilj, un paradiso per gli amanti dello sport all’aria aperta.

Nella Villa si trova il Casino dell’Algardi, sede di rappresentanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, oltre i bellissimi giardini in puro stile rinascimentale, con fontane, ruscelli e un laghetto.

Poco distante da Porta Pia ci aspetta, invece, Villa Torlonia in stile neoclassico con il Casino dei Principi, il Palazzo della Villa e la Casina delle Civette che ospita il Museo delle vetrate Liberty, mentre Villa Celimontana la troviamo sulla cima del Colle Celio e vicina al Colosseo e altre importanti vestigia dell’antica Roma e ancora, in prossimità di Monti Parioli, un complesso di alture che circondano Valle Giulia, possiamo trascorrere un pomeriggio nel Parco di Villa Glori.
Non dimentichiamo di visitare almeno una volta l’Orto Botanico che, nel cuore di Trastevere, ospita piante tropicali, piante acquatiche, il giardino giapponese, quello mediterraneo e il giardino degli aromi.

E se è vero che Roma non finisce mai di stupire esiste un luogo che suscita sempre emozione: il Colle Aventino, che in primavera ci inonda di profumi e colori con il Giardino degli Aranci e il Roseto Comunale, con oltre mille specie di rose provenienti da tutto il mondo.

Anche il Gianicolo, dall’alto della sua imponenza, ci offre una terrazza per osservare la bellezza mozzafiato della Città Eterna, sebbene un colpo di cannone ogni giorno alle 12.00 ci riporta allo scorrere del tempo. Al centro della piazza la statua equestre di Garibaldi ci ricorda il valore simbolico di questo luogo durante il Risorgimento.

E poi al calar della sera, proprio lì vicino si può intonare l’altra strofa di Roma Capoccia: “Quanto sei bella Roma quand’è sera, quando la luna se specchia dentro er fontanone e le coppiette se ne vanno via…”

Fontana dell’Acqua Paola “Il Fontanone”

Innumerevoli anche le Aree Naturali ed i Parchi Regionali, come il Parco dell’Appia Antica, quello confinante della Caffarella, il Parco di Vejo a nord di Roma, tra la via Flaminia e la via Cassia, che comprende la villa romana di Livia a Prima Porta e le Riserve Naturali della Marcigliana, dell’Insugherata, del Laurentino-Acqua Acetosa, il Monumento Naturale Parco della Cellulosa, in prossimità del quartiere Casalotti, solo per citarne alcune di quelle gestite dall’Ente RomaNatura, che estende l’amministrazione anche alle Secche di Tor Paterno, a Torvaianica, frazione “marina” di Pomezia.

Allontanandoci di qualche chilometro dal centro della Città, la Campagna Romana, ci regala lussureggianti fioriture: quelle gialle dei cespugli rigogliosi di ginestre, quelle bianche dei prati di margherite, o il rosso dei papaveri che spicca tra i filari di pioppi, olmi, frassini, querce e pinete che vanno incontro al mare o salgono i dolci pendii delle alture che circondano Roma.
Non ci resta che scegliere, sia se vogliamo fare attività fisica, che rilassarci o semplicemente immergerci nella natura, il nostro posto ideale sicuramente c’è tra i tanti, suggestivi luoghi della Capitale, la più verde d’Europa!

INFORMAZIONI
http://www.sovraintendenzaroma.it
https://www.comune.roma.it
https://www.parchilazio.it/

Share this:

Idee di Viaggio