Le bandiere verdi e il turismo a misura di bimbo

Dal 2008 ‘Semaforo verde’ per i più piccoli, e un marchio: la bandiera verde per le località di mare perfette per loro, dove sono sovrani l’arenile basso, l’acqua limpida, tanta sabbia per giocare, e poi bagnini, aree giochi, spazi per allattare e cambiare pannolini…tutto a misura giusta.

Per progettare un fine settimana o una vacanza più lunga, piacevole anche per i genitori che in prossimità delle spiagge trovano bar, ristoranti, negozi e strutture sportive per trascorrere il loro tempo libero.

10 le spiagge eccellenti a marchio verde che si estendono lungo la costa del Lazio e rappresentano un’offerta integrata di servizi, ma anche di territori dove spaziare alla scoperta di bellezze monumentali, artistiche, culturali ed ambientali; delle tante prelibatezze locali che, mentre raccontano da un’angolazione diversa la storia e l’evoluzione di una comunità, soddisfano il palato di grandi e piccini.

Andiamo a scoprire quali sono: da nord a sud partiamo da Montalto di Castro (Vt), adagiata su uno sperone tufaceo, a 120 km. da Roma. Il borgo, di origine medievale, è sormontato dal Castello Guglielmi, mentre a circa 14 km di distanza si può visitare il Parco Archeologico Naturalistico di Vulci, un’antica città etrusca con necropoli e migliaia di tombe.

E’poi la volta di Anzio (Roma), città natale di Nerone a circa 60 km di distanza dalla Capitale, che divenne un elegante centro balneare nei primi del Novecento, e meta di soggiorno di note famiglie dell’alta borghesia romana. Ma il suo glorioso passato è ancora visibile nella Villa Imperiale, la dimora di Nerone, sita tra il faro e il porto neroniano. Dal porto di Anzio ci si imbarca alla volta delle Isole Pontine per una escursione all’insegna del vento e del sole.

Il litorale pontino (Latina) si fregia di 8 bandiere verdi. La spiaggia del Lido di Latina, situata a circa 8 km dal centro della città, in un’area che ricade nel Parco Nazionale del Circeo, arricchita dalla presenza del Lago di Fogliano e dell’ominimo parco, meta di numerosi uccelli migratori e di bird-watchers.

Sabaudia, con la sua architettura razionalista immersa nel verde del Parco Nazionale del Circeo e la lunga lingua di spiaggia bianca, a ridosso della tipica duna mediterranea punteggiata da magnifici fiori di un intenso color violetto, divide il Mare Tirreno dal lago di Paola. Il paesaggio un po’ selvaggio della costa è anche il punto di forza della sua bellezza e l’aspetto pianeggiante della città consente di visitarla agevolmente in bicicletta.

San Felice Circeo, la terra del mito della Maga Circe, il cui profilo si staglia netto sull’omonimo promontorio.
Alla bella spiaggia bianca, meta di tanti villeggianti, si aggiunge il fascino del piccolo centro storico: un borghetto che ruota attorno alla torre dei Templari, che domina la piazzetta che di sera si trasforma in un salotto e si accende di luci, suoni e profumi nei quali immergersi per un rilassante aperitivo o una cena romantica. In estate imbarco e partenza per le Isole Pontine.

Terracina, con oltre 7 km di costa, di cui oltre 2 km di lungomare nel centro della città sul quale passeggiare con un gustoso gelato in mano, oppure andare sulle due ruote sulla pista ciclabile che lo percorre per tutta la sua lunghezza. La città offre molteplici occasioni di svago per grandi e piccini e,in estate, il suo centro storico si trasforma in un vero e proprio palcoscenico dove quasi ogni sera vengono proposti spettacoli di arte varia. Porto d’ imbarco e partenza per le Isole Pontine.

Sperlonga, la perla del Tirreno, è un magnifico borgo marinaro abbarbicato su un piccolo sperone di roccia, dal quale si affacciano le tipiche case basse e bianche. Fra le sue strette viuzze e i suoi vicoli si aprono squarci di cielo e di mare che invitano alla discesa delle scalette che collegano il centro storico al mare.
La sua spiaggia ampia e bianca incanta lo sguardo, mentre le narici si riempiono di profumo del mare e dei deliziosi aromi provenienti dai piccoli ristoranti della zona.

Gaeta, città dell’omonimo golfo, propone al viaggiatore le sue lunghe ed ampie spiagge bianche ancor prima di entrare nel centro abitato. Il lungo arenile, punteggiato dal blu, dal verde e rosso degli ombrelloni, è così invitante che si è tentati di fermare l’auto per correre giù lungo la sabbia e fare un bagno ristoratore.
La città è una magnifica commistione di storia, tradizione, arte marinara e commercio. La Gaeta medievale si offre allo sguardo da terra, ma anche da mare, per chi volesse fare un’escursione in battello lungo le 7 spiagge ed è meta ideale per chi desidera cimentarsi negli sport di acqua.

Formia , città ricca di evidenze di epoca romana, è oggi un centro vivace e moderno, raggiungibile agevolmente in treno da Roma. Stazione balneare già in epoca romana, con un clima mite e un vasto patrimonio artistico, storico e culturale, numerosi resti romani, tra ville e antiche tombe, tra le quali troviamo quella di Cicerone. Le sue spiagge sono luogo ideale per praticare il windsurf. Porto d’imbarco per le Isole Pontine.

Ventotene, la bellissima e un po’ selvaggia “isola del vento” è un vero e proprio concentrato di natura, ambiente, storia e paesaggi mozzafiato. E’ un luogo dove trascorrere le lunghe giornate estive in acqua e sulle spiagge come quella di Calanave, situata in prossimità del centro abitato e raggiungibile a piedi. La sua sabbia è scura e soffice e l’acqua particolarmente trasparente e i suoi fondali ricchi di fauna colorata. I piccoli scogli che affiorano a breve distanza si trasformano in punti d’approdo per brevi e rinfrescanti nuotate. Di sera l’isola assume un’atmosfera magica grazie alle tante piccole luci che ne delineano il profilo e lo spettacolo della luna che si riflette nell’acqua.

Share this:

Vedi anche

Idee di Viaggio