Montalto di Castro

Adagiata su uno sperone tufaceo, nella Tuscia a 120 chilometri da Roma, posto sulla riva sinistra del fiume Fiora, vicino al Mar Tirreno, Montalto di Castro ha origini medioevali come dimostrano le piccole piazze, il centro storico, i vicoli e gli archi, le mura di cinta.

Le sue architetture sono dominate dal Castello Guglielmi, costruito probabilmente nel XV secolo dagli Orsini.

In Piazza Giacomo Matteotti si trova il Palazzo del Comune e in via Soldatelli la Chiesa di Santa Maria Assunta.

In prossimità della Via Aurelia si incontrano le fontane delle Tre Cannelle e del Mascherone, entrambe del settecento e con lunghe epigrafi sormontate dallo stemma comunale.

A circa quattordici chilometri dal borgo, si può visitare il Parco Archeologico Naturalistico di Vulci, un’antica città etrusca con necropoli e migliaia di tombe tra le quali il grandioso tumulo della Cuccumella, la Cuccumelletta e la Tomba François.

A Montalto di Castro è oggi installata la più grande stazione fotovoltaica d’Europa, da 24 MW: l’impianto consente la produzione di oltre 40mila MWh all’anno necessaria per fornire energia elettrica ad oltre 13mila famiglie italiane.

Tra i prodotti tipici troviamo l’asparago verde di Montalto PAT, il melone, l’olio extravergine di oliva Tuscia DOP, i fagioli, i formaggi di pecora, il latte di asina in crema, e le lumache.

Altri piatti tipici comprendono la cacciagione come il cinghiale alla cacciatora e la lepre in salmì.

Parte del territorio è zona di produzione dell’olio extravergine di oliva Canino DOP.

Share this:
distanza da Roma120 km
da non perdereParco Archeologico di Vulci
sito webComune di Monalto di Castro
Share this:

Città e Borghi