Montopoli di Sabina

Il paese di Montopoli di Sabina, sorge sulla cresta di una verde e isolata collina che consente allo sguardo di spaziare sull’intero orizzonte.

Ambiente e natura, bellezza e storia qui si fondono.

Scelta per la salubrità del territorio, questo luogo ospitava numerose ville romane, di cui è possibile ancora oggi visitare i resti.

Si entra nel paese attraverso la Porta Romana o Porta Maggiore, di stile rinascimentale.

All’interno del borgo, Piazza Comunale accoglie il visitatore con una fontana ottagonale, che lascia zampillare l’acqua da bocche metalliche a forma leonina.

Oltre al bel campanile della Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, che domina sull’abitato, un monumento di particolare interesse, finemente ristrutturato, è la Torre Ugonesca risalente al X secolo.

Degna di visita è la Chiesa di Santa Maria degli Angeli (ex convento francescano).

E’ situata lungo la strada che conduce a Montopoli, conserva affreschi attribuiti a Vincenzo Manenti (1599-1673), databili intorno alla metà del XVII secolo, oltre a ricche decorazioni in stucco di derivazione barocca.

Dal nome curioso, la località “Ponte Sfondato” è una frazione del Comune di Montopoli di Sabina,il suo nome è legato ad un ponte naturale che ha la particolarità di essere scavato nel tufo dal torrente Farfa.

Per gli amanti della tavola, a Montopoli in Sabina possiamo trovare l’Asparago selvatico ed erbe aromatiche per condire pasta all’uovo fatta in casa, frittate, oppure come contorno ai vari piatti di cacciagione o alle lumache, specialità della zona.

In inverno, la polenta rigorosamente con sugo di salsicce, da degustare nelle scifette di legno, con sopra una grattugiata di ottimo pecorino locale.

Share this:

Città e Borghi