Pizzicotti dell’alto Lazio

Questo tipo di pasta si consumava il giorno in cui si preparava il pane fatto in casa. Dall’impasto si  toglieva una parte e da quest’ultima si ricavavano i “pizzicotti”. La pasta veniva strappata a pizzichi ricavandone una specie di gnocchi irregolari.

Oggi difficilmente si prepara il pane in casa ma la tradizione è rimasta: la pasta lievitata si può acquistare dal fornaio.

Per realizzare questo piatto oltre alla pasta lievitata, occorrono passata di pomodoro, aglio, olio extravergine di oliva, sale, peperoncino e pecorino grattugiato.

Per la preparazione occorre mettere a bollire l’acqua in una pentola capiente, nel frattempo in un tegame soffriggere aglio, olio e peperoncino, aggiungere la passata di pomodoro, il sale q.b. e far cuocere per circa 10 minuti. Quando l’acqua bolle, aggiungere la pasta strappata a pizzichi. Una volta cotta, condirla con il sugo e un’abbondante spolverata di pecorino.

Share this:

Piatti della tradizione