Roma porta 9 cantanti a Sanremo

Sul ponente ligure si scaldano i motori! Dal 4 all’8 febbraio prende vita il Settantesimo Festival di Sanremo, dove ben 9 cantanti vengono da Roma! Chissà che non sia proprio tra loro il vincitore della gara canora più importante dello Stivale?

Il Festival, che ha già preso il nome del suo conduttore Amadeus ha tra gli ospiti fissi di tutte le serate Tiziano Ferro, altro laziale doc!

Ed ecco a voi la carrellata dei nostri cantanti in gara.

Tosca, figlia della Garbatella d’un tempo… dove racconta in un’intervista a Famiglia Cristiana “tutto ciò che si fa, nel bene e nel male, sprizza dolore, gioia, sangue”, lei innamorata di Gabriella Ferri torna sul palco di Sanremo dove canterà “Ho amato tutto” … sarà un successo…

Chi di voi non ricorda “Una rosa blu che non va più via…Dolce e un po’ perversa come un po’ diversa è la tua fantasia” … ed eccolo qui, Michele Zarrillo, romano di Centocelle, cantante e chitarrista con più di più di 2 milioni di dischi venduti, calcherà anche lui il palco ligure con “Nell’estasi e nel fango”.

Forse le nonne italiane non lo conoscono… e se lo avessero visto in giro, di tutto avrebbero pensato, tranne che fosse un cantante, un bravo rapper. Lui è Junior Cally, anche lui viene da Garbatella. Elemento distintivo? La maschera antigas che lo accompagna nelle sue performance… chissà se sul palco di Sanremo, mentre canterà la sua irriverente “No grazie” la calerà?

È il rapper romano con una delle penne più apprezzate della scena hip hop della capitale e non solo. Nel 2019 si esibì a Sanremo insieme a Daniele Silvestri, torna nel 2020 da solista con “Eden”. Lui è Rancore.

Di lui, si può dire che entrerà nella galassia dei bellissimi… d’altronde discende da una famiglia che oltre all’arte si è distinta per la bellezza dei sui capostipiti. È l’emergente Leo Gasmann con “Va bene così”, anche lui romanissimo.

Ovviamente non poteva mancare il trapper, ed ecco il giovanissimo Tiberio Fazioli in arte Fasma. A Sanremo gareggerà con “Per sentirmi vivo”, in cui le sonorità trap incontrano il rock, tra autotune e chitarre elettriche.

Gabriella Martinelli e Lula sono il duo che si esibirà tra le Nuove Proposte sul palco dell’Ariston. Entrambe di origine romana, la prima inizia la propria carriera come busker in giro per l’Europa, la seconda Lula, nome vero Lucrezia di Fiandra respira sin da bambina la passione per la musica per via del fratello maggiore, bassista. La collaborazione tra le due artiste nasce con la scrittura del brano “Il gigante d’acciaio“. La storia è quella di un ragazzo di Taranto cresciuto nel quartiere Tamburi, detto anche il ‘quartiere rosso’ perché vicinissimo all’Ilva che sprigiona una polvere che invade l’aria, le strade, le case e colora tutto di rosso… non resta che ascoltarla!

Elodie, infine non ha bisogno di grandi presentazioni, sempre presente sulle hit radiofoniche si esibirà con la canzone Andromeda che anticipa un album particolarmente ricco di collaborazioni e duetti.

Nove scelte romane… da consacrare sullo scranno del 70° Festival della canzone italiana.
Roma, la città eterna, vi aspetta tra i suoi vicoli di Garbatella e non solo per cogliere la magia della musica che ha caratterizzato il percorso dei nostri 9 cantanti….

Share this:

Idee di Viaggio