Sere d’Estate emozionate

Così canta Zucchero, “accoccolati ad ascoltare il mare”, risponde Baglioni. Ci siamo, “l’estate sta finendo e un anno se ne va”, e questo lo dicevano gli Righeira già negli anni 80. Scusate, ma l’estate è stata cantata e raccontata da tanti, è impossibile resistere alla tentazione di saltellare da un verso all’altro… o pensavate d’essere solo voi a “cercare l’estate tutto l’anno”? Ecco, siamo caduti nel tranello un’altra volta, impossibile evitarlo!

Per evitare, invece, di cadere in quella sensazione nostalgica di fine estate che ci fa iniziare il conto alla rovescia alle festività natalizie, vi portiamo a godervi i tramonti più belli sulla costa tirrenica del Lazio, quelli che vi faranno esclamare sottovoce “wow!”. Eh già, questo sembra essere “lo sport più praticato” aspettando le ottobrate romane: andare a caccia del sole che arrossisce in quelle giornate d’inizio autunno ancora calde, ancora “da mare”.

C’è chi fa gli ultimi tuffi dagli scogli e chi preferisce un aperitivo vista mare irrinunciabilmente in pareo ma, non c’è dubbio, non ci si deve allontanare molto da Roma per trascorrere un weekend di fine estate e sentire quella sensazione di “estate addosso”, come canta Jovanotti, ancora fino a ottobre. Ecco alcuni luoghi speciali dove godersi gli ultimi, indimenticabili tramonti di fine estate.

Castello di Santa Severa

Tanto per citarne uno tra i più strepitosi, ecco il Castello di Santa Severa! Recentemente entrato nella classifica dei “World’s Greatest Places 2019”, le 100 esperienze al mondo da vivere secondo il settimanale TIME, musica, teatro, mostre e spettacoli fanno cambiar vestito continuamente a questo borgo medievale, sorto nell’antico insediamento etrusco di Pyrgi e appassionatamente baciato dal mare. E forse, l’abito più bello lo indossa quando è il mare a essere baciato dal tramonto… beh, giudicate voi!

A 60 km da Roma, passeggiare lungo il litorale di Santa Marinella, dove le palazzine in stile liberty d’inizio Novecento s’incastonano tra le insenature sabbiose e rocciose, ci fa sentire davvero nella “Perla del Tirreno”, come in molti chiamano questa mèta turistica tanto amata dai surfisti.

LADISPOLI - Marina di San Nicola kitesurf Ft TW @weKitesurf
Kitesurf a Marina di San Nicola (Foto @weKitesurf)

“Un’altra vela va, fino a che non scompare, quanti segreti che appartengono al mare”, così Renato Zero racconta il grand bleu e ci sovviene un altro posto dove andare a surfare, Ladispoli.

LADISPOLI - RM Marina di San Nicola tramonto
Marina di San Nicola

Il Castello Odescalchi a Palo Laziale e Torre Flavia sono i due simboli indiscussi di Ladispoli ma, come le onde del mar Tirreno, le gesta di Etruschi e Romani si sono riversate sul litorale lasciando tracce ancora visibili: la villa romana e la grottaccia a Marina di Palo; la necropoli a Monteroni con i resti dell’antica Alsium, uno dei porti della città etrusca di Cerveteri insieme a Pyrgi di Santa Marinella; e la villa di Pompeo a Marina di San Nicola, una delle mete di villeggiatura più quotate per godersi un infuocato tramonto sulla spiaggia!

FIUMICINO RM porto

Cosa c’è di più romantico di un tramonto al porto? Facciamo un salto a quello di Fiumicino, dove il mare sonnacchioso si trastulla tra le banchine, scaldato dagli ultimi raggi tiepidi che giocano con l’ombra che si posa su spiagge e pinete che affiancano il porto di Claudio sin dal 42 d.C..

ROMA lido di Ostia
Lido di Ostia

“Quanto sei bella Roma quand’e’ er tramonto”! Antonello Venditti ha cantato quello che tutti, ma proprio tutti, pensano. Andiamo a provare queste sensazioni sul lido di Ostia, lasciamo le nostre orme sulla sabbia e tutte le preoccupazioni svaniranno nei colori del tramonto per lasciare spazio a… la voglia di spaghetti con le telline, o linguine se preferite! Ehm, scusate, ma tutto questo romanticismo ci ha incredibilmente aperto lo stomaco e “du spaghi” tipici locali non ce li toglie nessuno dalla mente!

spaghetti con le telline

A pancia piena riusciamo a ragionare meglio e ci sovviene di nuovo il rumore delle onde che si frangono sulla sabbia mentre il tramonto accarezza gli scogli. Ma dov’eravamo quella volta a passeggiare, mano nella mano? Ma certo, a Torre Astura, il castello sul mare che lambisce Nettuno costruito sui resti dell’antica Roma, là dove da più di mille anni, ogni sera, il sipario si apre sul sole calante, infuocato… “tu chiamale se vuoi, emozioni”!

NETTUNO RM Torre Astura
Torre Astura
Share this:

Vedi anche

Idee di Viaggio