LADISPOLI - RM TORRE FLAVIA

Si fa presto a dire “Buon Anno!”

3, 2, 1… Buon Anno? Fatto. Scatto repentino del pollice per stappare lo spumante? Fatto. Primo bacio del 2020 sotto al vischio? Fatto. Il tris “trenino con ridicolo cappellino mentre si cuoce il cotechino”? Fatto anche questo. E ora che si fa? Ci vorrebbe qualcosa che rendesse davvero unico l’inizio di questo anno nuovo, un’idea geniale, qualcosa che non abbiamo mai il tempo di fare… Trovato! Smaltiamo panpepati, torroni e panettoni con un po’ di sport sulla spiaggia, il modo più bello per dare il benvenuto anche all’inverno!

Iniziamo da qualcosa di davvero sfidante: partitona a beachvolley sul lido di Ostia. I tornei si svolgono tutto l’anno nel fine settimana e le spiagge che accolgono i numerosi partecipanti sono incredibilmente numerose! Vi assicuriamo che è fattibile e aperto anche ai “dilettanti allo sbaraglio” ovviamente con alcune accortezze, come la felpa in micropile e i calzari, degli speciali calzini che isolano dal freddo (anche dalla sabbia rovente in estate!), in tessuto sintetico, flessibile e resistente.

ROMA lido di Ostia
Lido di Ostia

Vi chiederete perché svegliarsi presto di domenica, mettersi la tuta e faticare tanto? Quando raggiungerete la spiaggia, lo capirete. Aspettando il fischio d’inizio del primo set, sentirete l’aria frizzante del mattino e il sole che scalda appena il viso, lasciando freddi solo gli zigomi e il naso, mentre vi perdete nei colori della sabbia accarezzata dalla brezza mattutina, seguendo le poche orme che spariscono nel mare, ingoiate nel suo manto sconfinato dai colori invernali, il grigio, il verde e il celeste.

Irresistibile la tentazione di passeggiare sul litorale romano, imbacuccati come pupazzi di neve, accompagnati dall’andirivieni ritmato delle onde che fanno da sottofondo ai pensieri. E se siete un po’ meno romantici e un po’ più temerari, oserete solcare le acque del Tirreno in kitesurf. Uno sport da molti considerato estremo e che sembra profumare d’estate ma, in realtà, è praticato tutto l’anno a Ostia, Maccarese, Fregene e Passoscuro, muniti di muta e, anche qui, calzari anti-freddo.

Avviandovi con l’attrezzatura tra le dune di Passoscuro, non potrete evitare di domandarvi “ma ci sono già stato?”. Ebbene sì, siete in quella piccola frazione di Fiumicino a 5 km da Fregene scelta come set da Federico Fellini per la scena finale del celebre film “La Dolce Vita”.

LADISPOLI Marina di San Nicola kitesurf Ft TW @weKitesurf
Kitesurf a Marina di San Nicola [Ft TW @weKitesurf]
Siamo nell’Agro Romano e, andando verso le spiagge sabbiose, fiancheggiamo Torre Perla, la Torre costiera a Palidoro dove fu fucilato Salvo d’Acquisto nel 1943 per poi affondare gli stivali nelle dune sinuose pettinate dal vento mentre solchiamo il lungomare tirrenico verso Maccarese o, se preferite, sulla spiaggia di Marina di San Nicola, pinticchiata di kitesurf fino al castello Odescalchi di Palo Laziale a Ladispoli.

LADISPOLI - RM TORRE FLAVIA

E se nevicasse? Diventerebbe davvero un momento unico e Loredana Bertè smetterebbe di cantare “il mare d’inverno è solo un film in bianco e nero visto alla TV”! Il panorama si trasformerebbe totalmente avvolgendo Torre Flavia in un’atmosfera glaciale. Incantati da questa struttura difensiva medievale, graffiata dalla marea e solleticata dall’arena, che prende il suo nome da Flavio Orsini, il cardinale che nel 1500 ne ordinò la ristrutturazione… qui scatta il bacio appassionato!
Riuscite a immaginare un “Buon Anno” più romanticamente dinamico nel Lazio delle Meraviglie?

LADISPOLI - RM TORRE FLAVIA

Share this:

Idee di Viaggio