Torre Cajetani

Torre Cajetani è un piccolo centro sorto attorno al poderoso castello sulla sommità di un colle, a 80 km da Roma.

L’abitato attorno alla Torre potrebbe essersi sviluppato intorno al X sec.

La pergamena più antica, che lo menziona, risale al 1180 e riporta il patto stretto tra i signori locali per l’organizzazione della difesa.

Fin da allora, la famiglia dei Cajetani stipula una serie di acquisti che vedono protagonisti prima Roffredo, fratello di Papa Bonifacio VIII, poi il figlio Pietro Cajetani. Bonifacio VIII, con una bolla del 1303, ratifica a Pietro Cajetani tutti gli acquisti effettuati nel territorio di Marittima e Campagna.

Nel territorio di Torre, in località Fontanelle, si trova ancora la fonte di acqua minerale da cui attingevano i cosiddetti cursori che si recavano a Roma.

Il Castello, di forma quadrilatera, poggia in più parti direttamente sulla roccia, sviluppandosi attorno al maschio centrale, da cui si domina tutto l’abitato. Il centro storico presenta vicoli, scalinate, portali e piazzette caratteristiche dei nuclei medievali.

La Chiesa di Santa Maria nel centro dell’abitato, citata già nel registro delle decime nell’anno 1295, ricalca le costruzioni medievali, anche se subisce restauri in stile barocco nei primi anni del 1800.

Poco fuori dall’abitato, sulla strada che porta a Fiuggi, si trova il Laghetto di Cerano.

Torre Cajetani, base di escursioni sui monti vicini che la dividono dagli Altipiani di Arcinazzo, offre al visitatore lo stupendo panorama della Valle Anticolana e della Piana di Canterno e lo sconfinato scenario della Valle del Sacco, fino ai Monti Lepini.

Per maggiori infromazioni: Comune di Torre Cajetani

Share this:

Città e Borghi