Villa Celimontana

Sulla cima del colle Celio, da cui il nome, Villa Celimontana si trova in uno degli angoli più suggestivi ed affascinanti di Roma.

Di fronte c’è il colle Palatino con i resti antichi della città di Roma ed accanto la maestosità e la magnificenza del Colosseo.

L’ingresso attuale è sito su piazza della Navicella che prende il nome da una bellissima fontana posta al centro di uno slargo dove si trova anche la chiesa di Santa Maria in Domnica una delle più antiche di Roma e tra le più ricercate e scelte, anche dagli stranieri, per celebrare i Matrimoni.

La villa fu creata nel Cinquecento ad opera della famiglia Mattei e fu oggetto di interventi di abbellimento paesaggistico durante l’ottocento a cura dell’architetto francese Pierre Charles l’Enfant.

Poi fu acquistata dal nobile bavarese von Hoffman che ne perse il possesso durante la prima guerra mondiale.

Dagli anni venti del secolo scorso è divenuta parco pubblico e meta amata dai romani e dai turisti.

Al suo interno si trova il Palazzetto Mattei che, attualmente, ospita la sede della Società Geografica Italiana.

Molti sono i reperti archeologici legati al sito che fu certamente molto frequentato in epoca romana; non mancano elementi decorativi tipici del gusto dell’epoca in cui il parco fu ristrutturato.

Tra questi spicca su tutti, e non solo per l’altezza, l’obelisco egizio di Ramsete II.

Da molti anni, nel periodo estivo, la villa ospita nei suoi spazi verdi e freschi un Festival jazz apprezzatissimo sia dai romani che dai turisti, divenendo uno dei simboli delle manifestazioni dell’Estate Romana.

Share this:

Roma ville, parchi e giardini