L’Antiquario di Nettuno è ospitato all’interno del Forte Sangallo. L’edificio fu voluto da Papa Alessandro VI Borgia per rafforzare il sistema difensivo costiero del territorio a sud di Roma e fu realizzato fra il 1501 e il 1503, ad opera di Antonio San Gallo il Vecchio.
Oggi il forte è il centro culturale della città ospitando mostre, conferenze ed eventi oltre a racchiudere al suo interno l’esposizione dei reperti archeologici.
La prima sezione che incontriamo nel percorso visita e che fa parte del complesso dell’Antiquarium è quella di Paleontologia e Preistoria, allestita nel portico Marcantonio Colonna. Nelle prime vetrine si possono ammirare resti fossili di diverse specie animali, appartenenti al Pleistocene Medio e Superiore.
Un’ampia collezione di reperti è riferibile al periodo Paleolitico, così come possiamo trovare diversi reperti del periodo Neolitico quali manufatti in ossidiana, punte di freccia e asce in pietra levigata.
Nel resto dell’esposizione sono presenti testimonianze dell’età del Bronzo e del Ferro.
Al piano nobile si trova, invece, la sezione Romana, allestita con un criterio tematico.
La Sala Cesare Borgia è dedicata ai reperti relativi all’ambiente e alle attività legate al mare e ai commerci.
La maggior parte dei reperti esposti proviene da Torre Astura.
Si possono ammirare numerose anfore da trasporto, esempi di ancore, elementi metallici pertinenti alle vele e alle reti, vasellame usato a bordo delle navi.
Vi è poi una sezione dedicata alle ville marittime con un mosaico pavimentale riconducibile al tipo dei Navalia ed altri elementi architettonici e di arredo come frammenti di statuaria, terrecotte architettoniche, vasellame a vernice nera. Fra le terrecotte architettoniche rilevanti sono le antefisse a palmetta e soprattutto a maschera teatrale.
Una parte dell’esposizione è dedicata all’aspetto funerario e alla presenza di monumenti funerari nel territorio, con il sarcofago con eroti alati che sorreggono il clipeo, con all’interno il busto ritratto del defunto.
Infine una sala è dedicata all’aspetto sacro, con ex voto anatomici e zoomorfi e statuette fittili.

CONTATTI
Museo Antiquarium – Via Gramsci 5 Nettuno (RM)
Tel 06.9888.9325
email: antiquarium@comune.nettuno.roma.it
sito web: www.comune.nettuno.roma.it

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.