I cecamarini, detti anche cecamariti, in alcune zone del Lazio sono tra i più tradizionali e sfiziosi dolci tipici del Carnevale, preparati con tante piccole varianti.

Gli ingredienti e le dosi per una decina di persone sono:

600 gr di farina 00, 4 uova + 1 tuorlo, 80 gr di burro, 2 cucchiai di zucchero, 1 bicchiere di latte e, se si vuole, 1 bicchierino di limoncello o liquore a piacere, la scorza grattugiata di mezzo limone, un pizzico di sale, abbondante olio per la cottura. Per guarnire: miele q.b., foglie di limone e, se si vuole, codette di zucchero colorate.

Si dispone la farina a “fontana” sul piano di lavoro e si impasta con le uova, lo zucchero, il burro, il latte, la scorza di limone grattugiata, il sale e il bicchierino di limoncello o altro liquore, se graditi.

Una volta ottenuto un composto omogeneo di consistenza medi, a forma di palla, si lascia riposare per mezz’ora circa; poi si lavora ancora un po’ l’impasto e si suddivide in pezzi più piccoli che dovranno poi essere trasformati in forma cilindrica del diametro di circa 1 cm., come si fa per la preparazione degli gnocchi e tagliati a tocchetti.

Si prepara olio abbondante alla giusta temperatura per friggere e vi si versano i cecamarini in piccole dosi per permettere la migliore cottura, avendo l’accortezza di toglierli appena gonfi e dorati e si fanno sgocciolare e asciugare su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
Si fa sciogliere il miele, possibilmente a bagnomaria e si cosparge sui cecamariti.

Il tocco dell’artista delle nostre nonne era la disposizione del dolcetto su foglie di limone sulle quali era stato spalmato altro miele con, a piacere, codette di zucchero colorate.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.