Tra le molteplici curiosità culinarie che Viterbo offre c’è il famoso Coniglio Leprino che qui si alleva e si gusta fin dall’antichità. Sembra infatti che questa tradizione risalga alla notte dei tempi come attestano gli affreschi rinvenuti in alcune tombe etrusche di Tarquinia.

Il Coniglio Leprino di Viterbo è un prodotto allevato con alimenti naturali non modificati, senza utilizzo di medicinali e prodotti chimici. Unica razza selezionata per l’allevamento all’aperto con il sistema delle celle interrate, questo coniglio è garantito nato e cresciuto sempre in ambienti esterni, nel rispetto delle migliori condizioni di vita.

Il recupero della specie del Grigio Locale è avvenuto grazie all’attività dell’Università della Tuscia in collaborazione con alcuni allevatori locali consorziati.

Le sue carni sono di particolare pregio per l’elevato contenuto proteico e calorico, il basso contenuto lipidico, l’assenza di colesterolo e di sodio, caratteristiche che lo rendono un alimento indicato anche per bambini e persone che presentano fenomeni allergici di origine alimentare.

Molteplici gli utilizzi nella cucina tradizionale: dallo Spezzatino in umido alla viterbese a quello in umido con nocciole per terminare con i crostoni in salmì.

Dal 1975 a Bagnaia, frazione di Viterbo, nella seconda metà di giugno si tiene la Mostra mercato del conglio e degli animali da cortile.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Isola… rsi nella magica Ponza

Un giorno sull’isola di Ponza non vi basterà per assaporarne tutte le sfumature paradisiache. Le emozioni sono tante e tutte da vivere, sopra e sotto il mare!

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.