Questo piatto anticamente veniva preparato per le puerpere, in quanto si pensava che aiutasse la discesa del latte al seno.

Il nome “frascarelli” deriva dal fatto che per spruzzare l’acqua bollente sulla farina e non ustionarsi le mani si utilizzava una “frasca”.

Ingredienti

500 gr. di farina

brodo di gallina o di manzo

100 gr di pancetta o di lardo

Aglio

olio extravergine di oliva

cipolla

200 gr. di pomodori pelati

sale e pepe.

 

Procedimento

Per preparare questo tipo di pasta occorre cospargere su una spianatoia uno strato di farina e spruzzarvi sopra dell’acqua bollente in modo di far rapprendere la farina e poi lavorarla con il palmo della mano o con le dita per formare delle palline irregolari.

Nel frattempo in un tegame si soffrigge nell’olio la pancetta o il lardo insieme all’aglio e alla cipolla e quindi si aggiungono i pomodori pelati e il brodo caldo.

Dopo aver salato e aggiunto il pepe si lascia insaporire il tutto per una decina di minuti, aggiungendo infine i frascarelli. A cottura ultimata servire ben caldo.

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel S.Elia

Da Nepi, alle cascate naturali, alla Basilica di Sant’Elia gioiello in stile romanico, l’itinerario in questo angolo dell’alta Tuscia è pieno di meraviglie.

Leonessa, un borgo per tutte le stagioni

Trekking, mountain bike, downhill, Leonessa è un vero regno dell’outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate che d’inverno. Da non perdere le sagre.

Tutti Fritti, 10 street food tipici del Lazio

Ladies and gentlemen, ecco a voi gli streetfood tipici del Lazio, sfiziosi e golosi. Stappate le birre gelate, si mangia con le mani al “Tutti Fritti Party”!