Galleria civica d’arte moderna e contemporanea

La Galleria civica d’arte moderna e contemporanea di Latina è una pinacoteca pubblica italiana.
Fondata nel 1937 come Pinacoteca di Littoria con le opere donate a istituzioni e dagli artisti invitati alla XX Biennale veneziana e alla II Quadriennale romana, la collezione venne in gran parte dispersa a seguito degli eventi bellici a partire dal settembre del 1943.
In occasione del 62° Natale della città di Latina, il 18 dicembre 1994, le opere residue e quelle recuperate dall’Arma dei Carabinieri vennero esposte in modo permanente, in un contesto provvisorio.
Dal 1996 è partito un progetto di acquisizioni attraverso ulteriori donazioni, volendo tentare una ricomposizione, colmando i grandi vuoti che quella dispersione aveva provocato e cercando di ampliare il confine cronologico del nucleo originario, al fine di stabilire un ponte di collegamento con la realtà artistica contemporanea.
Il percorso è stato lungo e non privo di ostacoli e rallentamenti ma l’esito finale ha consentito di arricchire la Galleria di oltre 400 opere, grazie alla risposta degli artisti, dei loro eredi e dei cittadini.
Con queste acquisizioni ad oggi la galleria vanta opere che testimoniano le principali correnti del I e del II dopoguerra. Nel 1999 è stata costituita una sezione specifica di arte contemporanea, che raccoglie opere realizzate dal 1955 alla data odierna.
Tra gli artisti in esposizione possiamo ricordare Acerbo, Cammarano, Capatti, Cisterna, Checchi, Colonna, Caruso, D’Angelo, Drei, Fettucciari, Forlani, Gallucci, Gamero, Gelli, Giuliani, Guberti, Marcucci, Marandolani, Martinuzzi, Martinez, Mazzei, Micheledixit, Mei, Mirabella, Nenci, Pellitteri, Pieraccini, Pincherle, Pinto, Prencipe, Rivaroli, Torresini, Karuz, Ziliotto.
La Galleria è ospitata in sette sale del Palazzo della Cultura.
Nel 1999 è stata istituita una sezione di arte contemporanea, connotata da arti figurative, arti applicate, fotografia e installazioni con opere dal 1955 ad oggi che mette insieme e rappresenta alcune delle correnti artistiche più aggiornate. In questo senso sono da segnalare opere di Attardi, Benetton, Biancini, Calabria, Cantatore, Cappellini, Cesetti, Dova, Fiume, Fontanella, Monachesi, Montanarini, Purificato, Quaglia, Sassu, Sciltian e Treccani. Vale anche la pena citare un piccolo nucleo che rappresenta la creatività degli artisti pontini contemporanei, che si sta formando intorno alle opere di Bertoncin e Saltarin.
Vogliamo infine segnalare l’Annunciazione di Rizzo e di Stultus, le opere divisioniste di Nomellini ed Ferrari, quelle chiariste di De Rocchi e Cagli, i metafisici Modotto, Nathan, Peri, i paesaggisti Vertunni e Tosi, senza dimenticare il nucleo delle sculture novecentiste di Gelli, Wildt, Fioroni, Castagnino, Galletti e Marini.

 

CONTATTI
Galleria civica d’arte moderna e contemporanea – viale Umberto I, 04100 Latina (LT)
tel: 0773.652632
email: culturaturismosport@comune.latina.it
sito web: Galleria civica d’arte moderna e contemoporanea
facebook: https://www.facebook.com/gamLatina

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel S.Elia

Da Nepi, alle cascate naturali, alla Basilica di Sant’Elia gioiello in stile romanico, l’itinerario in questo angolo dell’alta Tuscia è pieno di meraviglie.

Leonessa, un borgo per tutte le stagioni

Trekking, mountain bike, downhill, Leonessa è un vero regno dell’outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate che d’inverno. Da non perdere le sagre.

Tutti Fritti, 10 street food tipici del Lazio

Ladies and gentlemen, ecco a voi gli streetfood tipici del Lazio, sfiziosi e golosi. Stappate le birre gelate, si mangia con le mani al “Tutti Fritti Party”!