Grattachecca, “l’immancabile” dell’estate romana!

Se sei a Roma durante una calda estate, come quella di quest’anno, poche sono le cose positive a disposizione. Una su tutte è lei, la grattachecca. E’ proprio l’estate che si attende per affondare il cucchiaio in quel bicchiere, ricco di ghiaccio trito, cosparso e annegato in sciroppi e frutta fresca.

Nella top ten dei gusti più richiesti c’è sicuramente il Lemoncocco, magico miscuglio di ghiaccio, cocco in sciroppo e a pezzi e limone. C’è poi chi “alza il tiro” e insieme al limone trita anche gustose e meno acri bucce di cedro. C’è anche chi punta alla grattachecca per mantenere la linea e lascia tutti gli ingredienti fuorché lo sciroppo.
Il consiglio è uno solo: mangiatela velocemente perché con questo caldo finirete con il bervi una limonata, per giunta calda e senza zuccheri!

Grattachecca

I primi chioschi romani, di fatto, la grattachecca ha origini abruzzesi per chi si fosse illuso della paternità, compaiono a Trastevere il secolo scorso. All’epoca, era considerata la versione più economica del dessert da passeggio, dal momento che i gelati, più costosi, erano destinati a una clientela borghese.

Oggi, sono tantissimi i chioschi di grattachecche, più o meno uno per ogni quartiere, alcuni aperti tutto l’anno, altri durante l’estate.

E qui bisogna fare attenzione tra la grattachecca doc e la granita, la prima “è n’artra cosa”. Il suo nome già lo spiega: si tratta di ghiaccio grattato da una lastra con un apposito macchinario di ferro.

si dice che…
il nome “grattachecca” derivi, da una tale Francesca, che anticamente grattava il ghiaccio. Per esortarla, le persone attorno a lei usavano dire “gratta, Checca”. Checca era proprio il diminutivo di Francesca.

Facciamo quindi un tour tra i grattacheccari doc.

Grattachecca

Andiamo a Città del Vaticano, all’inizio di via Trionfale che fa angolo con via Telesio c’è la Sora Maria, classe 1933! Ora c’è sua figlia Gabriella, che ha mantenuto la qualità della mamma! Quest’anno poi, il chiosco si è anche rinnovato a causa dell’emergenza Covid-19, Gabriella ha pensato di creare una cassa adiacente al chiosco con tanto di plexiglass e igienizzante mani!

C’è poi Er chioschetto di San Giovanni è autocelebrativo: sul fondo verde capeggia la scritta “la mejo grattachecca di Roma”. Qui, in Via Magna Grecia (angolo con Via Corfinio), la grattachecca più in voga è sicuramente l’amarena, con pezzi di cocco e amarena sciroppata sopra, ma anche gli altri gusti come limone (rigorosamente con spremitura di limoni freschi) e frutta di stagione.

Grattachecca

Per i testaccini doc, non ci sono dubbi: il vero re del Lemoncocco è a Testaccio, Via Giovanni Branca 122, superata la piazza di Santa Maria Liberatrice, dove la grattachecca con limone e succo di cocco è imperdibile.

Alla Fonte d’Oro, la “grattachecca più grattachecca” di Trastevere, è qui, su Lungotevere Raffaello Sanzio da ben 4 generazioni, parrebbe ci sia passato anche Leonardo Di Caprio, senza esser riconosciuto!

Tra i personaggi illustri che hanno assaggiato la grattachecca romana c’è anche Michelle Obama che non si è fatta scappare quella della Sora Mirella all’Isola Tiberina!

Grattachecca

E voi che aspettate!

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...